Aveva minacciato di morte con una roncola il cugino a Gemona: condannato

La condanna per l’episodio di Gemona.

È stato condannato a tre anni di reclusione Paolo Garlant, 42 anni, per aver minacciato la vita del cugino con una roncola. Questa la decisione del giudice Paolo Lauteri, che in questo modo ha però respinto la richiesta del pm Paola Peressini che era di 10 mesi di reclusione.

I fatti.

Nel 2017, a Gemona, Garlant insieme ad un operaio stava montando un cancello automatico. Ad un certo punto un camion di ghiaia era entrato con il pneumatico nel giardino facendo una manovra. Era scatta l’ira di Garlant che si era precipitato dal vicino, il cugino della sua compagna.

Armato di roncola e puntandogliela contro aveva iniziato ad intimargli di uscire a suon di “Ti ammazzo”. Garlant era stato quindi denunciato. Con la recente sentenza, aggrava la sua posizione in quanto, ad oggi, già detenuto al carcere di Padova per un’altra condanna.

(Visited 919 times, 5 visits today)
Autore: Jeena Cucciniello

Note sull'autore