Organizzatore

Associazione Aura
Categoria

Data

Ott 12 2019 - Nov 03 2019

Ora

17:30 - 19:00

“Omaggio a Cividale”: presto inaugurata la mostra dedicata alla città longobarda

Cinquanta artisti dedicano le loro opere alla città di Cividale.

Sarà inaugurata sabato 12 ottobre, alle ore 17.30, la mostra “Omaggio a Cividale”, organizzata dall’ associazione AuraPitturasculturamosaicoarte digitale e fotografia si incontrano per creare, insieme a forme e colori, un controcanto a Cividale.

Presso la chiesa di Santa Maria dei Battuti, cinquanta artisti provenienti da Italia, Austria, Germania, Slovenia e Croazia dedicheranno i loro lavori  alla città longobarda.

In questa esposizione, luci e ombre convivono con la storia e la contemporaneità, in un dialogo senza tempo. L’ atmosfera mitteleuropea e la prospettiva di pace sono i fili conduttori delle opere, simboli di culture diverse che, però, affondano le loro radici in un passato comune.

“L’ internazionalità è un elemento cruciale che abbraccia e privilegia la città. Una realtà in cui le civiltà latina, tedesca e slava, si intrecciano e danno vita a un crogiolo di tradizioni e arti – afferma l’ assessore alla cultura Angela Zappulla spiegando che- la mostra può diventare una piccola mitteleuropa che richiama una continuità con il festival più importante della città”.

Per il curatore Claudio Mario Feruglio, è significativo come in questa esposizione anche il cuore abbia avuto la stessa importanza della tecnica. Infatti, all’ armonia delle forme e dei colori corrispondono la pace dell’ animo e la bellezza dei paesaggi.  La mostra ha lo scopo di scrivere, attraverso le immagini, una grande lettera visiva che si dipana dal Friuli verso tutta la Penisola fino a sconfinare oltralpe e portare, attraverso l’ arte, un messaggio di bellezza della città ducale.

Il salone sarà aperto al pubblico fino a domenica 3 novembre e le opere saranno visibili  venerdì pomeriggio, sabato e domenica dalle 10 alle 13  dalle 15 alle 19.

(Visited 12 times, 1 visits today)

Autore: Claudia Carlotto

Seguici su Facebook