I mulini di Illegio a nuova vita, prima il restauro e poi l’apertura al pubblico

I mulini di Illegio aperti al pubblico.

Dopo anni saranno risistemati i famosi mulini di Illegio, a Tolmezzo, capaci da sempre di suscitare la curiosità dei turisti. Il Comune ha infatti affidato la gestione dei mulini alla società Evergreen, alla quale fa capo il 25enne Fabio Scarsini. Il giovane ha già presentato quello che sarà il piano d’azione dei quattro mulini: Gjeneal Mulin, Mulin dal Mardar e Mulin di Narduz.

Il progetto.

Il primo passo sarà sistemare tutte le zone interne, perché anche se l’ultimo restauro risale al 2010 non sono mai stati aperti al pubblico. Poi, saranno eseguiti dei lavori su murature, pavimenti, impianti elettrici e pannelli illustrativi. Dopo che verranno quindi apportate le dovute sistemazioni, da maggio a ottobre i mulini potranno finalmente ospitare turisti, visitatori e inverno su prenotazione per le scolaresche. L’idea è infatti quella di creare un percorso didattico-culturale ad hoc, dove venga spiegata la struttura e tutte le fasi del lavoro del grano.

Condividi l'articolo