Data

Set 19 2021 - Nov 07 2021
Ongoing...

Ora

All Day

A Cividale una mostra con le più antiche copie friulane della Divina Commedia

 È trascorso più di mezzo secolo da quando il prezioso codice miniato della Commedia dantesca trascritto dal nobile Nicolò de Claricini nel 1466 lasciò la villa di Bottenicco di Moimacco, nei pressi di Cividale, per trovare ricovero a Padova. Nel 1968, alla morte dell’ultima discendente della famiglia, Giuditta de Claricini Dornpacher, l’unico codice dantesco trascritto e commentato in latino della nostra regione diventò infatti proprietà, per lascito testamentario, della Biblioteca civica di Padova.
Ora, a distanza di oltre cinquant’anni, questo manoscritto corredato di miniature di particolare bellezza fa finalmente ritorno in patria per essere per la prima volta esposto al pubblico. L’occasione è data dalla mostra “Codici friulani della Commedia. Un itinerario dantesco da Nicolò Claricini (1466) a Quirico Viviani (1823)”, accolta dal 19 settembre al 7 novembre 2021 nelle sale del Museo archeologico nazionale di Cividale e fiore all’occhiello del programma celebrativo ideato e organizzato dalla Fondazione Claricini Dornpacher in occasione del suo 50mo anno di attività e dei 700 anni della morte di Dante Alighieri.
(Visited 149 times, 2 visits today)
  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi