Nuova ordinanza della Regione, cosa si può fare e cosa no da domani in Fvg

Cosa si può fare e cosa no con la nuova ordinanza della Regione.

Entrerà in vigore dalla mezzanotte di oggi, e sarà valida fino al 3 dicembre, la nuova ordinanza firmata dal governatore Fvg, Massimiliano Fedriga. Nel provvedimento, vengono introdotti gli screening in alcuni comuni, quelli con la più alta incidenza secondo i parametri individuati dal tavolo di lavoro regionale, ma anche alcune nuove limitazioni.

Come spesso accade, non mancano i dubbi su che cosa è possibile fare e su cosa, invece, da domani sarà escluso. Ecco i chiarimenti.

Quali comuni saranno sottoposti a screening “di massa”? Per il momento, sono sei quelli indicati dalla Regione: si tratta di Paularo, Socchieve e Sutrio sul territorio di Udine, Castelnuovo del Friuli e Claut nel Pordenonese, mentre Dolegna del Collio per quanto riguarda il Goriziano.

Effettuare il test Covid in questi comuni è obbligatorio? No, l’adesione è su base volontaria.

Nei comuni interessati, vige l’obbligo di rimanere in casa? No, perché non sono state istituite le “zone rosse”. È consentito muoversi, ma soltanto nel perimetro del proprio comune, salvo i casi già previsti.

È possibile andare a fare acquisti o fruire di servizi in un comune dove è previsto lo screening di massa? Sì, purché contiguo al mio e nel quale si trovi un esercizio commerciale assente nel territorio dove sono residente.

Posso acquistare un caffè o un panino da asporto e poi andare a consumarlo al parco? Da domani, questa pratica sarà vietata su area pubblica o, in alternativa, aperta al pubblico. Quindi, è vietato.

È possibile praticare sport all’aperto? Se prima era consentito, ora non lo è più, eccetto per chi partecipa a competizioni di livello nazionale, come l’Udinese. Prima, i tesserati agonisti potevano cimentarsi con lo sport all’aria aperta. Da domani, tutto fermo.

Posso andare a cena da amici? Non è vietato, ma è fortemente raccomandato di non recarsi da altri nuclei familiari diversi dal proprio se non per motivi di necessità e lavoro.

È vietato utilizzare l’autobus per spostarsi? No, è possibile farlo, ma soltanto se non si hanno delle alternative. Non utilizzare i mezzi pubblici è un’altra delle nuove “raccomandazioni” della Regione.

L’attività motoria individuale è consentita? Sì, è possibile svolgerla, anche nei 6 comuni dove da mercoledì comincerà lo screening di massa.

(Visited 65.439 times, 1 visits today)

Note sull'autore