Dai ravioli di pere al cestino di frico, i piatti da non perdere al Friuli Doc

I piatti della tradizione al Friuli Doc.

Nonostante l’emergenza sanitaria il Friuli Doc non rinuncia alla tradizione in un’edizione particolare e sicuramente diversa rispetto agli anni precedenti. Resta comunque l’appuntamento con i migliori piatti del territorio.

Tra i piatti classici non possono di certo mancare in menù il frico di patate, formaggio e cipolla con polenta e salsiccia, ideale da gustare nel piazzale del castello. Uno dei piatti protagonisti della manifestazioni che ieri, proprio al Friuli Doc, è arrivato ad un soffio dal record del frico più grande del mondo.

Riscuote grande successo anche lo stand riservato alla rinomata cucina carnica. Molto apprezzate le bavette al prosciutto crudo Zahre 24 mesi e il cestino di frico con polenta, funghi, fonduta di Montasio e Guanciale affumicato Zahre. Orgoglio dei sapori del tarvisiano sono gli gnocchi di susine e i ravioli di pere autunnali di Camporosso.

Per i più golosi non mancano di certo i dolci come uno strudel di mele per concludere il pasto seduti tranquillamente in piazza nella cornice del Duomo.

(Visited 479 times, 1 visits today)

Note sull'autore