La cabina dell’Enel diventa un’opera d’arte, l’ultimo omaggio di Mestroni a Udine

Le opere di Simone Mestroni a Udine.

Ancora un’opera d’arte a sostituire un muro vecchio e sporco. Sulla cabina Enel in viale XXIII Marzo è comparso un disegno di 7 metri dedicato alla città di Udine. E’ ciò che caratterizza, da tre anni a questa parte, il progetto di riqualificazione dell’artista Simone Mestroni “Città della Poesia”.

Grazie al suo talento, Simone sta cambiando il volto di Udine: i muri, le saracinesche e le panchine ora parlano attraverso la sua voce o quella di poeti famosi. Accompagnate da immagini dipinte con altrettanta maestria, le poesie si trovano ormai trascritte in diversi quartieri della città, dal centro storico al Di Giusto.

Invece che raccogliere i testi in un libro, Simone ha deciso di regalare la cultura all’aperto ai cittadini. A proposito della sua ultima opera, l’artista scrive: “Questo è il mio regalo alla città di Udine. Per la riconoscenza che mi è stata data in questi tre anni di Città della Poesia, per i ringraziamenti ricevuti dalla gente che mi incontra per la strada, per la solidarietà e soprattutto per l’affetto. Nella speranza che col tempo e soprattutto con la volontà un po’ di tutti, politica in primis, si possa fare di questa città un luogo dove la poesia rientri nei grandi eventi e nell’attrattiva turistica. A voi.”

(Visited 1.042 times, 1 visits today)

Note sull'autore