Niente soldi dalla Regione per riacquistare l’ex Dormish a Udine

Santoro aveva proposto fondi per il recupero dell’area di Udine.

“L’investimento sull’area ex Dormish, a Udine, avrebbe dato la possibilità di garantire nuovi spazi per gli studenti. Ma la mancanza di una visione di sviluppo che ha contraddistinto il sindaco del capoluogo friulano, Fontanini, è la stessa che oggi il centrodestra in Consiglio regionale ha dimostrato negando un investimento importante per la riqualificazione di un luogo storico, che verrà invece destinato all’ennesimo supermercato”.

La proposta di recupero del Pd. 

Lo afferma la consigliera regionale Mariagrazia Santoro (Pd), che attraverso un emendamento al disegno di legge 130 Omnibus chiedeva di stanziare un contributo di 4 milioni di euro a favore del Comune di Udine per l’acquisto e la riqualificazione dell’edificio ex Dormish.

Oltre al supermercato, anche una pista ciclabile ed una rotonda nel piano di recupero dell’ex Dormisch

“La cosa preoccupante è che anziché guardare a un’area sulla quale si potrebbe intervenire con un’opportuna riqualificazione e con una visione del futuro, si preferisce spendere 5 milioni di euro per una struttura precaria e provvisoria situata dietro alla sede dell’Isis Malignani. Quei soldi potevano essere investiti in un’area che non ha solo un valore storico, ma anche focale rispetto a un centro studi nel quale convergono migliaia di studenti di tutta la provincia di Udine”, ha concluso la consigliera.

Condividi l'articolo