In centinaia a dare l’ultimo salute alla piccola Penelope nel duomo di Udine

La chiesa durante i funerali (foto Comune di Udine)

La chiesa gremita.

C’era tutta Udine e anche di più ieri pomeriggio in duomo, per dare l’ultimo saluto alla piccola Penelope, la studentessa di 7 anni dell’Educandato Uccellis morta giovedì sera. In tantissimi, infatti, hanno voluto far sentire la propria vicinanza alla famiglia della piccola, sedendo fra i banchi della chiesa e pregando per lei.

Insieme a loro, c’erano anche il sindaco Pietro Fontanini, l’assessore all’Istruzione Elisa Battaglia e il presidente del Consiglio comunale Enrico Berti. Erano seduti affianco ai parenti della giovane, insieme a docenti e compagni di scuola dell’istituto di via Gemona. A rendere omaggio alla piccola bara bianca erano in tantissimi, che hanno gremito la chiesa e l’esterno ancora prima delle 15.

A celebrare la funzione c’era l’arcivescovo udinese Andrea Bruno Mazzocato, che ha così commentato nella sua omelia la tragica vicenda: “Il modo straziante ed impensabile con cui la morte l’ha strappata (Penelope, ndr) ai suoi genitori e a quanti le volevano bene ha fatto entrare questa bambina nel cuore di tutti noi e ci ha uniti nell’affetto e in un profondo e incredulo dolore”.  

Condividi l'articolo