Due prof dell’Università di Udine tra i super esperti del governo

I due professori scelti dell’Università di Udine.

A Paolo Coppola e Marina Brollo, docenti rispettivamente di Informatica al dipartimento di Scienze matematiche, informatiche e fisiche e di Diritto del lavoro al dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università di Udine, sono stati assegnati dal governo due importanti incarichi. Paolo Coppola è stato nominato fra i consulenti della Presidenza del Consiglio per il miglioramento della digitalizzazione della pubblica amministrazione. Marina Brollo entra invece a far parte del gruppo di studio “Lavoro agile”, nominato dal ministro del Lavoro, Andrea Orlando.

Coppola lavorerà a stretto contatto con il ministro all’Innovazione tecnologica e alla Transizione digitale, Vittorio Colao. Il suo compito sarà quello di agevolare la transizione al digitale, che potrà colmare un gap informatico che ogni anno, oltre ad allungare i tempi della pubblica amministrazione, comporta perdite economiche di milioni di euro. Brollo, assieme ad altri sei esperti e docenti di altre università italiane, lavorerà su un’analisi degli effetti dello svolgimento dell’attività di lavoro in modalità agile, massicciamente e repentinamente introdotto a causa della pandemia, in vista della prospettazione di soluzioni alle criticità riscontrate nell’ambito delle dinamiche lavorative, sia riguardo al settore privato che della pubblica amministrazione.

Grande la soddisfazione del rettore dell’Università di Udine, Roberto Pinton, che sottolinea come “queste due nomine siano motivo di orgoglio per la nostra Università. Oltre ad essere un riconoscimento delle competenze dei colleghi che operano nel nostro Ateneo, rappresentano anche l’opportunità di fornire un contributo importante su tematiche di estrema attualità e importanza per il nostro Paese”.

(Visited 1.196 times, 1 visits today)

Note sull'autore