Ein Prosit, ora il Comune di Udine si prenota per le prossime edizioni

L’assessore Franz su Ein Prosit.

“Fa un immenso piacere che questa prima edizione udinese di Ein Prosit sia stata unanimemente archiviata come un successo straordinario. Per noi, quella di portare la kermesse a Udine, dopo vent’anni di presenza nel tarvisiano, è stata una sfida nella quale abbiamo creduto fin dall’inizio e vinta nonostante le iniziali resistenze di alcuni”. L’assessore al Turismo e grandi eventi del Comune di Udine Maurizio Franz spazza le polemiche su Ein Prosit e solleva il calice in segno di amicizia.

“Oggi fortunatamente – prosegue l’assessore – queste perplessità si sono trasformate in un coro di richieste di trattenere per i prossimi anni la manifestazione in città, al quale non posso che rispondere che, essendo stati gli artefici dell’accordo con il Consorzio del Tarvisiano, siamo i primi ad essere consapevoli del valore di Ein Prosit e della visibilità che garantisce a Udine a livello internazionale, e quindi dell’importanza della continuazione di questa collaborazione”.

Poi l’assessore ricorda che “come amministrazione, abbiamo contribuito mettendo a disposizione ben sette tra le più prestigiose sedi di proprietà del Comune, permettendo così agli ospiti della manifestazione di calarsi nella storia e nell’arte della nostra città”.

Infine, i rigraziamenti a “quanti hanno contribuito al raggiungimento di questo successo, dal Consorzio del Tarvisiano alla Regione ai tantissimi locali che hanno ospitato eventi e degustazioni”, con la garanzia “a coloro che ancora hanno dei dubbi che, come amministrazione, siamo determinati a fare in modo che questa edizione sia la prima di una lunghissima serie”, conclude Franz.

Condividi l'articolo