In mostra i tesori della collezione della famiglia De Martiis a Cividale

Si può visitare la collezione d’arte della famiglia De Martiis a Cividale.

A Cividale, presso il Palazzo de Nordis sarà possibile visitare la collezione d’arte della famiglia De Martiis. “La storia di Cividale del Friuli ha incontrato dopo secoli un grande friulano, Giancarlo De Martiis, che ha deciso di lasciare al Comune di Cividale del Friuli e ad ognuno di noi un segno indelebile, destinato a essere ricordato nel tempo ben oltre la nostra prospettiva di vita e di visione di ciò che siamo oggi o che saremo domani: la collezione della famiglia De Martiis nel rinato Palazzo de Nordis”. Con queste parole il sindaco di Cividale del Friuli Stefano Balloch annuncia l’evento di presentazione di Palazzo de Nordis previsto nelle giornate dell’11, 12 e 13 settembre 2020.

La collezione d’arte che Giancarlo De Martiis ha donato al Comune nel corso di questi ultimi anni “ha consentito, tramite un innovativo patto fra pubblico e privato col Ministero dei beni culturali, di portare a termine la consegna, dallo Stato alla nostra comunità, di Palazzo de Nordis, con la riapertura permanente di un luogo simbolo per noi cividalesi”, dichiara Balloch.

Il percorso espositivo allestito ai piani primo e secondo, “racconta la storia del suo artefice, Giancarlo De Martiis, nello sviluppo di un itinerario attraverso l’arte del Novecento. La sua collezione rispecchia una passione coltivata negli anni, in maniera autonoma e solitaria” spiega il curatore dell’esposizione Stefano Cecchetto che accenna anche alle opere che i visitatori potranno ammirare. “Il percorso comprende alcuni emblemi dell’arte del Novecento con una serie di autori straordinari e ripercorre il secolo partendo dal pre e post-impressionismo fino al contemporaneo. Da Henri de Toulouse Lautrec a Chaïm Soutine, da Virgilio Guidi a Emilio Vedova fino poi a raggiungere i vertici dell’astrattismo internazionale con Karel Appel, Victor Vasarely, Graham Sutherland, Roberto Matta, Edouard Pignon. La collezione comprende inoltre alcune presenze di artisti friulani tra i quali: Zoran Mušič, Mario di Iorio e due opere straordinarie di Afro Basaldella. La passione del De Martiis si sposta poi verso la ricerca e la scoperta di quegli autori sovietici che guardano ai grandi movimenti artistici dell’Occidente verso i quali egli nutre un’autentica passione personale e dunque da lui fortemente voluti in due sale a loro dedicate”.

Durante la giornata di venerdì 11 settembre Palazzo de Nordis, con il nuovo allestimento del centro visitatori al piano terra e la Galleria De Martiis ai piani superiori, sarà svelato in vari momenti alla Giunta regionale, alle autorità ed agli invitati dell’amministrazione comunale, con una cerimonia riservata dedicata al s ignore De Martiis. Dalle ore 20.00 di venerdì 11 settembre, nonché nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 settembre, Palazzo de Nordis sarà sede di un evento Mittelfest: Aroundreams ri_percorsi sensoriali a Palazzo De Nordis, a cura di Blossom Atelier di Comunicazione, un percorso multisensoriale (voce, luci e profumi) fra le opere d’arte a favore di dieci spettatori ad intervalli di mezz’ora. Per prendere parte a questo evento unico è necessario prenotare ed acquistare online il biglietto al seguente link: https://www.vivaticket.com/…/aroundreams-ri-percorsi…/151806 o presso qualunque rivenditore autorizzato vivaticket.

Dal 15 settembre 2020 la Galleria sarà aperta al pubblico ogni giorno con gli stessi orari del Monastero di Santa Maria in Valle/Tempietto Longobardo: da lunedì a venerdì 10-13 e 15-18; sabato e domenica 10-18. Dal 1 ottobre l’orario invernale sarà da lunedì a venerdì 10-13 e 14-17; sabato, domenica e festivi 10-17. Causa emergenza covid-19 l’accesso sarà consentito a 25 persone ogni 20 minuti. La prenotazione della visita con contestuale pagamento online potrà avvenire sempre tramite il circuito vivaticket. Si segnala che l’amministrazione comunale ha deciso che l’accesso alla Galleria nel pomeriggio di ogni lunedì sarà gratuito per tutti (sempre previa prenotazione obbligatoria – riferimenti email verranno comunicati nei prossimi giorni dall’ufficio cultura).

(Visited 1.367 times, 1 visits today)

Note sull'autore