Mascherine e green pass, cambiano le regole in Austria e Slovenia

Misure anti Covid, le regole in Austria e Slovenia.

Austria e Slovenia allentano le misure anti Covid, vediamo quali sono le principali novità. La Slovenia è stata la prima ad allentare le restrizioni anti Covid, anche per chi entra nel Paese: non è quindi più richiesto il certificato di negatività al test o di avvenuta vaccinazione in ingresso, e non è necessaria la quarantena per chi non è vaccinato. Rimane comunque l’obbligo di certificazione per entrare in locali e negozi.

E intanto anche l’Austria comincia ad allargare le maglie: a cominciare dalla mascherina Ffp2, che rimane obbligatoria solo nei supermercati, sui mezzi pubblici e in tutte le attività essenziali, ovvero farmacie, parafarmacie, studi medici, banche, ospedali e case di riposo.

Quindi da oggi, sabato 16 aprile, la mascherina Ffp2 in Austria non è più obbligatoria nei negozi al dettaglio e anche per chi partecipa ad eventi. Anche l’obbligo generale di indossare la mascherina nei luoghi chiusi verrà revocato ma resta comunque valida la raccomandazione di indossare la protezione. I dipendenti potranno non indossare la mascherina salvo quelli nei supermercati che dovranno indossare la mascherina Ffp2 o altri dispositivi adeguati.

Condividi l'articolo