Qualità della vita, crolla Udine, tiene Gorizia, male anche Pordenone. Successo per Trieste, regina in Fvg

Le province migliori secondo il report di Italia Oggi.

I dati sulla qualità della vita in regione fotografano un panorama totalmente diverso rispetto all’anno scorso con Udine crolla dal nono posto al 46°, mentre Pordenone dalla vetta della prima posizione alla nona. Bene invece per Trieste che sale dal 47° posto al settimo, mentre un piccolo miglioramento per Gorizia che dal 44° passa al 42° posto. A dirlo è l’annuale studio della qualità nella vita nelle province italiane, realizzata da “Italia Oggi”, l’Università La Sapienza di Roma e Cattolica Assicurazioni. Guardando alla classifica nazionale, Trieste si posiziona al settimo posto, Pordenone al nono, Gorizia al 42°, mentre Udine al 46° posto.

Nove sono i parametri presi in esame per il report. Per tutte le province italiane sono stati studiati i dati relativi ad affari e lavoro, ambiente, disagio sociale e personale, istruzione e formazione capitale umano, popolazione, reddito e ricchezza, sicurezza, sistema salute e tempo libero.

In Italia.

Al primo posto nella classifica nazionale troviamo Parma, a seguire Trento e Bolzano. Quarta è Bologna e a seguire Milano e Firenze. Dopo Trieste, settima, troviamo Verona, Pordenone e a chiudere le prime dieci Monza e Brianza.

Come si può notare, in vetta ci sono le grandi metropoli del Nord. Il motivo doppio. Il primo è che queste città hanno dimostrato di saper affrontare meglio la pandemia da Covid-19: nel 2021 si sono riprese con molta velocità, dimostrando una resilienza maggiore. Il secondo motivo è metodologico: negli anni scorsi la dimensione “Popolazione” aveva un peso maggiore rispetto a tutti gli altri e si è deciso di ridimensionarlo attribuendogli un peso uguale o di poco superiore agli altri indicatori.

(Visited 516 times, 1 visits today)
Autore: Jeena Cucciniello

Note sull'autore