Licenziato il leader dei no green pass Puzzer: “Non lavora da 5 mesi”

Puzzer licenziato “per giusta causa”.

Stefano Puzzer, portuale di Trieste, ma noto a tutti come leader delle proteste triestine (e non solo) “no green pass”, è stato licenziato “per giusta causa” dall’Agenzia per il lavoro portuale. Puzzer avrebbe ricevuto negli ultimi mesi una serie di lettere di contestazione con inviti al rientro al lavoro in quanto guarito dal Covid e di conseguenza in possesso di regolare green pass, ma non si sarebbe mai presentato.

Secondo la stessa Agenzia per il lavoro portuale mancherebbe infatti dal lavoro ormai da più di 5 mesi: da qui l’inevitabile provvedimento che ha portato al licenziamento per “giusta causa”.

Condividi l'articolo