Multa e persino l’arresto, cosa rischia chi vìola la quarantena in Fvg

Pugno duro con chi vìola la quarantena in Fvg.

Regole più severe per quanti vìolano la quarantena. L’esecutivo Draghi ha modificato le tempistiche dell’isolamento, inasprendo le norme per i disobbedienti, che rischieranno fino a 18 mesi di reclusione e una multa di migliaia di euro.

I contatti stretti.

Quanti dovessero entrare in stretto contatto con un positivo e risultano privi della terza dose, o comunque vaccinati con 2 dosi da meno di 4 mesi, sono “obbligati” a rispettare la quarantena fiduciaria. Chiunque dovesse trasgredire la misura incorrerà ad una sanzione dai 400 ai 1.000 euro.

La quarantena.

Chiunque non osserva un ordine legalmente dato per impedire la diffusione della malattia infettiva è punito con l’arresto da 3 mesi a 18 mesi e con la multa da 500 a 5mila euro. Quindi un positivo che abbandona la quarantena rischia non solo la sanzione pecuniaria, ma anche l’arresto.

Contagio ad altri.

In alcuni casi si potrà valutare la denuncia di epidemia dolosa o colposa. L’ipotesi di reato scatta qualora il positivo violi la quarantena infettando altri, che in quel momento erano negativi.

Le categorie in quarantena.

Il governo Draghi ha diviso le categorie in quarantena. La prima riguarda le persone che hanno ricevuto la dose booster o vaccinazione completata da meno di 4 mesi che hanno avuto contatti stretto con un positivo, ma senza sintomi. Per loro nessuna quarantena, ma autosorveglianza. Per quanti sono in possesso del Green Pass rafforzato, invece, la quarantena si riduce a 5 giorni con tampone negativo. Infine, per i non vaccinati, resta la quarantena di 10 giorni.

Condividi l'articolo