Niente Capodanno in piazza, mascherine e divieti: il decreto e cosa cambia

Il nuovo decreto del governo.

Approvato il nuovo decreto sulle festività. Ulteriore stretta quella che è stata decisa dal governo nel tentativo di limitare i contagi durante le feste di Natale e Capodanno. A preoccupare l’esecutivo anche la nuova variante Omicron, che, stando ai dati dell’Istituto superiore di sanità, ha toccato il 28,2% dei contagi. Il Consiglio dei ministri ha, quindi, votato per l’introduzione di nuove direttive da rispettare in tutto il territorio nazionale. Ecco quindi quali sono le novità del nuovo decreto per il Friuli Venezia Giulia.

Natale e feste all’aperto.

Non sono stati fissati limiti per gli ospiti durante le feste natalizie, anche se è raccomandato seguire i suggerimenti degli esperti. Per quanto riguarda invece le feste all’aperto: fino al 31 gennaio non si potranno organizzare eventi che possono rappresentare motivo di potenziali assembramenti.

Mascherine e tampone.

Fino al 31 gennaio mascherina obbligatoria anche all’aperto in zona bianca. Nel caso, poi, si voglia andare in un locale da ballo o ad una festa in programma a partire dal 30 dicembre sarà necessario effettuare il tampone, oltre che essere in possesso del Super Green pass. Saranno esenti da accertamenti solo coloro che hanno effettuato la terza dose e che quindi avranno il “Mega Green pass”. Anche per quanto riguarda l’accesso nelle Rsa sarà necessario avere o la seconda dose più il tampone o solo la terza dose.

Green pass.

Prevista una riduzione per quanto riguarda la durata del Green pass. Dal 1 febbraio, infatti, la durata del certificato verde passa da 9 a 6 mesi.

Vaccino.

In linea con l’ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza, il periodo per effettuare la somministrazione della terza dose verrà ridotto da 5 a 4 mesi dal completamento vaccinale.

Vacanze all’estero.

Saranno fatti dei controlli a campione attraverso i tamponi al momento dell’arrivo in Italia. Se positivo scatta l’isolamento fiduciario.

Cibi e bevande.

Con il nuovo decreto viene introdotto il divieto di consumo di alimenti e bevande nei posti chiusi, come cinema, eventi sportivi e teatri. Inoltre, fino al 31 gennaio sarà necessario avere il Green pass rafforzato, quello che hanno i vaccinati e i guariti dal covid-19, per la consumazione al chiuso, anche al banco.

Rientro a scuola.

Per un ritorno in classe in piena sicurezza dopo le vacanze, gli studenti dovranno sottoporsi ad uno screening straordinario. La misura serve in questo modo per tenere sotto controllo la situazione ed evitare così eventuali quarantene e le lezioni in DAD.

Condividi l'articolo