Torna l’incubo di un nuovo lockdown tra Natale e Capodanno anche in Fvg

dav

L’ipotesi di un lockdown generalizzato.

Con l’avvicinarsi delle festività molti si stanno chiedendo come passeremo il Natale quest’anno. Di certo non sarà quello a cui siamo tutti abituati e il rischio di un lockdown generalizzato tra Natale e Capodanno non è più un’ipotesi remota.

Le nuove restrizioni differenziate per regioni sicuramente contribuiranno a rallentare il coronavirus ma sono in molti, soprattutto tra medici e virologi, a lanciare l’allarme per le feste. I contagi continuano a preoccupare, ieri sono stati oltre 25mila i nuovi casi in Italia e 320 in Friuli Venezia Giulia. La grande domanda che ci si pone è se queste misure saranno sufficienti. La data del 15 novembre sarà fondamentale per capire se le misure del nuovo Dpcm sono sufficienti a scongiurare un nuovo lockdown.

Durante la prima ondata con un lockdown molto più stringente e meno contagi all’Italia sono serviti oltre due mesi per riaprire gradualmente e ora si rischia che si ripeta quello accaduto in primavera. Difficile prevedere un picco della curva prima di fine novembre e ancora di più rischiare un “libera tutti” per le feste, in un periodo che tra pranzi, cene in famiglia, scambi di regali e auguri esporrebbe la popolazione ad un maggiore rischio di contagio. Dopo le vacanze estive e l’aumento della curva ora la parola d’ordine è prudenza perchè non si ripeta quello che è accaduto dopo l’estate.

Se da una parte l’emergenza sanitaria non da tregua dall’altra c’è preoccupazione anche per il tessuto economico dell’Italia che, già messo a durissima prova, potrebbe prendere l’ennesima batosta durante il periodo natalizio: difficile immaginare vacanze, pranzi di famiglia, mercatini di Natale e cenoni di capodanno con gli amici.

(Visited 12.524 times, 1 visits today)

Note sull'autore