Confermato lo sconto sulla benzina in Fvg, ma in zona 1 tornano i vecchi prezzi

Prevista una riduzione dello sconto per la zona 1 del Fvg.

La Regione ha confermato fino al 31 maggio 2021 lo sconto carburanti praticato alla pompa ai cittadini del Friuli Venezia Giulia. Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Difesa dell’ambiente, energia, sviluppo sostenibile, Fabio Scoccimarro che precisa che è prevista una riduzione dello sconto per i residenti nella zona 1, rispetto agli ultimi otto mesi. Per tale zona quindi, lo sconto ritorna a essere quello precedente ovvero 21 centesimi al litro per la benzina e 14 centesimi al litro per il gasolio.

Sconti carburante della Regione più alti in 5 comuni del Fvg, le nuove riduzioni di prezzo

Nella Zona 2 lo sconto resta invece invariato e sarà pari a 14 centesimi al litro per la benzina e a 9 centesimi al litro per il gasolio. Rimane invariato anche l’ulteriore sconto di 5 centesimi al litro per le auto ibride.

“La giunta regionale – aggiunge Scoccimarro – ha deciso di mantenere parte della scontistica nonostante la riduzione delle entrate prodotte dal gettito fiscale, generata dalla crisi sanitaria-economica, per sostenere le famiglie e le loro spese per la mobilità privata, riconducibili a necessità di spostamento per motivi di lavoro, di studio o per altre esigenze del nucleo familiare”.

Scoccimarro puntualizza inoltre che “la scelta di fissare una scadenza mensile per i provvedimenti di Giunta inerenti la riduzione del prezzo dei carburanti non sottintende la volontà di far cessare questa forma di agevolazione, che comunque viene confermata fino al 2021, avendo la Giunta stanziato come ogni anno 35 milioni di euro da integrare nel corso dell’assestamento di bilancio estivo”.

La mensilità della delibera è invece determinata dal fatto che la Regione “si intende riservare – conclude l’assessore – una valutazione il più possibile attuale e frequente dell’andamento dell’economia e degli effetti della pandemia sulla vita della comunità regionale. Inoltre, in questo modo la giunta si riserva l’opportunità di intervenire sul prezzo finito in tempi più rapidi in virtù delle costanti interlocuzioni tra la Regione, il Governo, i petrolieri, i grossisti e i rappresentanti di categoria dei gestori degli impianti di distribuzione dei carburanti, al fine di mantenere basso il prezzo dei carburanti e in linea con le altre Regioni d’Italia.

Il documento, che è stato approvato dalla giunta in via preliminare, sarà ora sottoposto al parere della Quarta commissione consiliare.

(Visited 1.507 times, 1 visits today)

Note sull'autore