Deviazioni in autostrada, il centro di Latisana invaso dai camion: cittadini esasperati

Quando il tratto dell’A4 viene chiuso molti camion passano per le vie del centro.

I cittadini di Latisana sono letteralmente esasperati dal continuo passaggio di mezzi pesanti lungo le principali vie del centro, provenienti dall’uscita del casello autostradale.

In caso di incidenti nella A4 nel tratto Latisana -Portogruaro, sempre più frequenti, il traffico viene dirottato all’uscita di Latisana. È proprio dallo svincolo in poi , che hanno inizio i problemi. Decine di mezzi pesanti, non curanti della segnaletica che indica il percorso alternativo da seguire, si affidano al navigatore satellitare che spesso li porta erroneamente a percorrere le vie del centro, arrecando così enormi disagi al normale flusso urbanistico, alla pavimentazione stradale e alle vetrate di case e negozi sollecitate dalle continue vibrazioni degli autoarticolati.

“Il continuo passaggio di autoarticolati ha logorato le vetrine del mio negozio. Inoltre, le vibrazioni, hanno spostato di parecchi centimetri il portabiciclette, nonostante sia sostenuto da due piccoli dissuasori in cemento“, racconta E.C, titolare di un noto negozio di biciclette del paese.
Gli ultimi eclatanti episodi, risalenti a poco più di una settimana fa, vedrebbero addirittura un camion Silos che ha imboccato Via Vittorio Veneto, stradina che sfocia direttamente nella piazza principale, bloccando così il centro e le vie laterali.

Cresce la protesta: c’è chi attribuisce la causa alla cattiva gestione da parte di chi dovrebbe amministrare, chi se la prende per l’assenza degli organi preposti a deviare il traffico in caso di necessità, chi ancora invita Autovie venete a “tenersi i camion in autostrada”. Saturi di questa situazione che, oltre a protrarsi da diversi anni, sembra non conoscere efficaci soluzioni, i cittadini provano a lanciare alcune idee. La soluzione più gettonata, che raccoglie il pensiero comune, sarebbe via Beorchia, che condurrebbe i mezzi pesanti verso Portogruaro, senza passare dal centro. Purtroppo, però, si tratterebbe di una strada già parecchio dissestata, soggetta a limiti e alle problematiche legate al manto stradale.

Secondo i dati di Autovie Venete, negli ultimi due anni e mezzo (gennaio 2020 – maggio 2022) il tratto autostradale Portogruaro – Latisana è stato chiuso 8 volte a causa di incidenti e per 30 volte (compreso il tratto San Stino – Latisana) per i lavori di costruzione della terza corsia, iniziati il 10 marzo 2020 nel tratto Alvisopoli – Nodo di Portogruaro e per il cantiere (completato a novembre 2020) del tratto Ponte sul Fiume Tagliamento – Gonars. Il cantiere procede infatti a traffico aperto per evitare che il traffico venga deviato sulla viabilità ordinaria che non è in grado di gestire una tale portata di transiti. La chiusura del tratto per lavori si rende necessaria quando si devono effettuare lavori di demolizione e rifacimento di cavalcavia, sottopassi, scatolari e ponti che attraversano l’autostrada (24 solo nel breve tratto di 9 chilometri tra Alvisopoli e Portogruaro), lavori di asfaltatura, rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale, posizionamento dei nuovi portali a messaggistica variabile, spostamento delle barriere di sicurezza che non possono essere compatibili con la circolazione dei mezzi. Le chiusure per lavori vengono inoltre effettuate la notte nei weekend, quando il traffico diminuisce.

In prossimità dell’autostrada, una speciale cartellonistica di colore giallo segnala il percorso alternativo in caso di “autostrada chiusa”, approvato nell’ambito del “Protocollo operativo per fronteggiare le eventuali situazioni di criticità connesse alla realizzazione della terza corsia dell’autostrada A4 Venezia – Trieste tratto Palmanova – Portogruaro”. Tratto che verrà concluso, nella parte relativa al cantiere Alvisopoli – Portogruaro, auspicabilmente entro il primo semestre 2023 (il tratto Ponte sul Tagliamento – Nodo di Palmanova è stato aperto al traffico completamente a luglio dello scorso anno). Inoltre, grazie al servizio Infoenti, tramite una messaggistica su cellulare, i Comuni (nella fattispecie la polizia municipale) vengono avvisati ogni qualvolta avviene una chiusura autostradale nel tratto tra Palmanova e Portogruaro.


Il percorso corretto e segnalato in caso deviazione dei mezzi pesanti al casello di Latisana, non include assolutamente, quindi, il passaggio lungo alcuna Via del comune. I comuni interessati e tracciati dalla mappa di Autovie sono: uscita Latisana, Ronchis, Varmo, Morsano al Tagliamento, Cordovado, Teglio Veneto, Portogruaro ( chiamata, in gergo, la strada “Ferrata”). I cittadini chiedono quindi una maggiore attenzione alla cartellonistica stradale da parte degli autisti che, in caso di deviazione, saranno in futuro costretti a percorrere il tratto alternativo, evitando così ulteriori disagi al normale andamento del traffico urbano.

(Visited 1.292 times, 1 visits today)
Autore: Elena Bergamini

Note sull'autore