Record di presenze per il Biker Fest di Lignano: mai così tanti appassionati

Il Biker Fest di Lignano si chiude con il record di presenze.

La quarta e conclusiva giornata della 36ª Biker Fest International di Lignano Sabbiadoro ha consacrato il successo del maggior evento moto all’aperto in Italia e fra i primi d’Europa. È stata l’edizione dei record, favorita dal bel tempo e dal caldo che hanno attirato un numero enorme di motociclisti, appassionati e curiosi, anche dai Paesi confinanti. In attesa di conoscere i dati ufficiali, le stime dei promotori dicono che il numero di persone dell’ultima edizione pre-Covid (80.000) è stata ampiamente superata.

Una Biker Fest memorabile per l’organizzatore Micke Persello: “Quando arrivammo qui nel 2012, l’idea era di costruire un evento diffuso sul territorio molto simile alla famosa Daytona Bike Week. Non solo la BFI ci è riuscita, ma in dieci anni ha acquisito una fisionomia tutta sua”. E aggiunge: “Non ho mai visto una folla simile alla Biker Fest, che grazie al meteo favorevole ha sfruttato tutte le sue potenzialità. Negli ultimi due anni di pandemia è stato l’unico evento outdoor a restare aperto. Molti appassionati che non ci conoscevano, nuovi motociclisti e persino molte persone estranee al nostro mondo si sono sentiti subito a casa. Quest’anno sono tornati e continueranno a tornare a trovarci. E questo, al di là dei numeri, è il risultato più bello”.

Il Custom Bike Show.

Fra gli eventi-clou della giornata conclusiva della Biker Fest, l’attesa premiazione del più storico Custom Bike Show continentale – la prima edizione si tenne nel 1987 – con un montepremi di oltre 10.000 euro. Un evento che vale doppio, poiché la finale del Campionato Custom Bike Show IMC (Italian Motorcycle Championship) è anche l’unica data dell’AMD World Championship of Custom Bike Building organizzato da AMD. Sul palco centrale del villaggio, Moreno e Micke Persello, direttori delle riviste Bikers Life, Kustom World e Special Cafe, hanno consegnato il premio Best in Show al bresciano Mirko Perugini di Gallery Motorcycles, che ha conquistato i giurati con “La Modesto”, un’originale e curatissima interpretazione delle Harley-Davidson WL da corsa degli anni 40.

La migliore Harley-Davidson Modified è la V-Rod dell’officina mantovana Custom THOM, mentre la miglior Old Style è la H-D Shovelhead degli austriaci di Ace Motorcycles. La Bagger più elaborata è la Harley Road King del calabrese Devil’s Garage, mentre nell’estrosa categoria Freestyle ha primeggiato la H-D WLA di Free Sound Customs, dalla provincia di Lucca. E ancora: Best Metric per la Ducati Scrambler di MC Cyles (Treviso), Best Scrambler la BMW R850 R di Bottega Bastarda (Forlì) e premio

Best Cafe Racer alla Laverda 1200 costruita da MV Cycles da Udine. Infine, la Ducati Monster di Mr Fighter (Treviso) è stata votata miglior Streetfighter del bike show. Stray’s Garage di Modena è stato premiato quale miglior customizzatore esordiente. Rullo di tamburi metaforico e suspense hanno preceduto l’annuncio delle special sul podio di tappa dell’AMD World Championship: si tratta della Triumph “Trinity” dell’atelier veronese Lari Motori, la H-D SR1 di RD Custom da Marsiglia; e la full custom artigianale “Greta”, realizzata da Meccanicamente di Milano.

U.S. Car Reunion.

Il grande successo della U.S. Car Reunion ha condiviso il vasto parking del villaggio con le migliaia di moto allineate fin dal mattino. Altro storico raduno di auto americane (si tiene dal 1995), quest’anno ha riunito 400 vetture d’epoca e moderne giunte da tutta Europa, oltre ad aver dato vita a una spettacolare sfilata lungo le vie di Lignano. Tempo di premiazioni anche per il car show: la giuria di Old School Garage e Cruisin’ Magazine ha premiato 30 delle 234 auto iscritte per originalità, rarità e qualità del restauro. A queste se ne sono aggiunte altre 150 per la parata.

L’area Demo Ride ha confermato le previsioni della vigilia: i modelli di tutte le Case presenti hanno girato senza sosta per l’intero weekend. Le cifre sono impressionanti. In tutto sono stati prenotati 3.800 test ride, il 10% in più del record dell’edizione 2021: mai così tanti in Europa per un singolo evento. Sempre nel parking dello stadio “Teghil”, allo stand Triumph il Distinguished Gentleman’s Ride di Lignano Sabbiadoro ha radunato circa cento moto. Un’ottantina gli iscritti al silenzioso E- Mobility Meeting delle auto elettriche, organizzato dal Tesla Club Italy.

La Biker Fest International rinnova l’appuntamento con il grande pubblico dal 15 al 18 settembre per la Italian Bike Week, che si terrà nelle stesse location lignanesi e sarà dedicata anche alle Case e agli appassionati del mondo Offroad e Adventure su due e quattro ruote, tradizionale ed elettrico.

Condividi l'articolo