Sulla passerella a piedi nudi sopra il mare, il nuovo look del pontile di Lignano Pineta

La nuova passerella del pontile a mare di Lignano Pineta.

Turchese come il mare. Il Pontile di Lignano Pineta è pronto a debuttare, assieme alla stagione turistica, al via tra pochi giorni, nella sua nuova veste, frutto di un attento restyling fortemente voluto dalla società Lignano Pineta spa che ha trovato nella MM grigliati di Udine il partner giusto con cui realizzare la nuova pavimentazione. Si  tratta di 285 pezzi di un particolare grigliato in fibra di vetroresina, con speciale finitura e adatto al piede non calzato, posati lungo il Pontile e di una novantina utilizzati per rinnovare l’area trapezoidale posta sulla losanga della Pagoda da dove parte il parasail, per un totale di 500 metri quadrati di copertura, il cui particolare colore crea un tutt’uno con il mare.

“Un importante intervento di sostituzione dei pannelli in legno, frutto di una bella sinergia tra due imprese friulane, il cui logo campeggia in due punti del camminamento del Pontile a Mare, che l’estate scorsa si è prestato assieme ad alcuni tratti di spiaggia, come set per le riprese del video del rapper Shade per il suo brano “Autostop” raggiungendo velocemente le oltre 29 milioni di visualizzazioni”, commenta Giorgio Ardito, presidente di Lignano Pineta spa.

La bassa dilatazione termica evita i problemi di deformazione e con il MarinaDeck (questo il nome della speciale fibra di vetroresina utilizzata per produrre i pannelli), si eliminano i problemi di resistenza all’ambiente salmastro, all’attacco di termiti o funghi, agli sbalzi termici e all’umidità, riducendo drasticamente i costi di manutenzione rispetto a materiali tradizionali quali il legno, senza rinunciare però all’estetica. La speciale finitura q-paint testata in appositi laboratori garantisce inoltre un’ottima resistenza ai raggi UV e la tenuta del colore nel tempo.

Molte barche sono realizzate in vetroresina, quindi perché non i pontili?“, è la considerazione che ha portato MM grigliati, aziende udinese fondata nel 1970, a realizzare l’innovativa fibra di vetroresina, utilizzata anche per le coperture dei moli dei porti turistici, in alternativa ai materiali tradizionali.

“L’intervento di restyling del Pontile a Mare segue il rifacimento dell’intera passeggiata sopraelevata, (nuova illuminazione e nuovi parapetti) e la trasformazione dell’ingresso di ogni bagno del Lungomare Kechler in un’opera d’arte all’aperto, intervento che si concluderà nelle settimane di giugno con la realizzazione del mosaico al bagno 1, anche questo a come i precedenti realizzati tra il bagno 2 e il bagno 7, a cura della Scuola di Mosaico di Spilimbergo“.

(Visited 3.824 times, 1 visits today)

Note sull'autore