A Palmanova la più grande rievocazione napoleonica d’Italia tra battaglie e storia

La rievocazione storica di Palmanova.

Saranno quasi in 500, provenienti da Italia ed Europa, i rievocatori in abiti e armi storiche che animeranno a Palmanova il più grande evento rievocativo napoleonico organizzato in Italia, uno dei più rappresentativi di tutto il vecchio continente.

“Palma alle armi – 1809 L’assedio” farà vivere, il 4 e 5 settembre 2021, la storia della Fortezza nei momenti delle Guerre napoleoniche. Due giorni tra battaglie, parate, accampamenti e ristori, fanti e cavalieri, tamburi e sbandieratori, scontri all’arma bianca, sfilate delle truppe e scontri d’artiglieria. Il programma completo della manifestazione è presesente sul sito del Comune di Palmanova o sulla pagina Comune di Palmanova.

L’area del bastione Garzoni e la cortina nei pressi di Porta Cividale ospiteranno i rievocatori con 200 tende, i bivacchi delle truppe, le artiglierie e la locanda storica. Con preciso rigore filologico sarà allestito uno dei più grandi accampamenti militari nella storia delle rievocazioni Napoleoniche in Italia e riproposta la scenografica battaglia. 

Sabato alle 17 e domenica alle 15 le grandi battaglie in campo aperto, sulla spianata fuori Porta Cividale. Per i due giorni della manifestazioni sono previste visite guidate alla Fortezza, alla mura veneziane e napoleoniche, alle gallerie militari e una caccia al tesoro per bambini. Nella due serate, festa in Piazza Grande con musica, danze e duelli.

Un percorso didattico accompagnerà nell’arte militare del periodo napoleonico, tra moschetti, artiglierie, armi bianche e addestramenti. Al seguito degli eserciti sarà possibile scoprire la vita degli ufficiali, della truppa, della cavalleria e delle cantiniere. Si potrà ammirare la cucina da campo con la preparazione dei piatti del soldato, la produzione delle cartucce, i doveri dei soldati e i canti dell’epoca, conoscere la vita degli accampamenti intorno ai fuochi di bivacco, al lume di candela, fumando la pipa al suono di pifferi e tamburi. 

Nel 1809 per la prima volta Palma è cinta d’assedio. “Palma alle Armi 1809 L’Assedio” rievoca questo episodio, quando la fortezza fu bloccata dalle truppe austriache a seguito della ritirata dell’armata franco-italiana verso il Tagliamento e l’Adige. Per un mese, nella primavera di quell’anno, Palma fu bloccata e bombardata fino alla sua liberazione: la fine delle ostilità fu firmata nell’ottobre del 1809. Palmanova entra nella storia e lo spettatore potrà rivivere la vita della guarnigione e delle truppe assedianti in quei giorni febbrili: fanti, cavalieri, artiglieri e civili. La vita di inizio ‘800 tornerà ad animare le vie di Palmanova, tra manovre militari e ronde cittadine. L’accesso all’area dell’accampamento, delle battaglie, degli spettacoli e delle gallerie è consentito solo ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi COVID-19.

(Visited 3.346 times, 1 visits today)

Note sull'autore