Una nuova sede per i mascherai di Tarcento, punto di riferimento delle tradizioni

L’inaugurazione.

“I mascherai di Tarcento contribuiscono a mantenere vive le tradizioni popolari e a valorizzare l’arte dell’intaglio del legno. Grazie a questa cultura antica, la storia diventa anche un’opportunità imprenditoriale”.

Lo ha dichiarato oggi a Tarcento l’assessore regionale Barbara Zilli, in occasione della cerimonia di inaugurazione de La Cjase dai Tomats (La casa dei Tomâts) gestita dai volontari dell’associazione i Mascarârs di Tarcint (i mascherai di Tarcento) in cui si trovano esposte le caratteristiche maschere lignee del Carnevale tarcentino.

Nel trasmettere il saluto dell’Amministrazione regionale, Zilli ha  voluto sottolineare l’attività di promozione della cultura popolare portata avanti con passione dai mascherai che ogni anno organizzano mostre, ricerche e pubblicazioni sul tema ma anche la vicinanza della Regione verso chi tramanda l’abilità dell’intaglio.

“Questa nuova sede è anche laboratorio in cui è possibile vedere i mascherai all’opera – ha indicato l’esponente della Giunta Fedriga – e sono già molti i giovani che si avvicinano ai corsi di intaglio che l’associazione organizza; una passione che può trasformarsi in nuove opportunità occupazionali”.

(Visited 19 times, 1 visits today)

Note sull'autore

Be the first to comment on "Una nuova sede per i mascherai di Tarcento, punto di riferimento delle tradizioni"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*