Lutto a Udine per Franca Maieron, nota professionista e anima della Protezione civile

La morte di Franca Maieron a Udine.

È stata la prima donna a coordinare la squadra dei volontari della Protezione civile di Udine. Un gruppo che ha fatto crescere nel tempo, avvicinando i giovani all’associazione e contribuendo a renderla quella realtà importante che tutti conosciamo. “Cercherò di fare squadra, valorizzando il più possibile le tante competenze acquisite dai volontari e cercando di far crescere i giovani”, aveva detto all’allora sindaco Furio Honsell, accettando l’incarico. Determinata e dal curriculum invidiabile. Se n’è andata a 73 anni Franca Maieron, vinta da quella malattia contro la quale combatteva.

Commercialista, curatrice fallimentare, entrò nella Protezione civile i primi anni 2000 e ne rimase subito folgorata, non risparmiandosi mai, nemmeno nelle missioni, come nel 2009 per il terremoto dell’Aquila. “Una vita dedicata agli altri, senza mai arretrare di un passo, sempre pronta a dire “presente” quando si trattava di aiutare”, l’ha ricordata il vicegovernatore Fvg Riccardo Riccardi.

Un entusiasmo ed una forza d’amico che è riuscita a trasmettere anche ai suoi figli che hanno scelto pure loro di mettersi al servizio della comunità. Anche Honsell ha speso parole di commiato per la volontaria. “Per numerosi anni ho avuto il privilegio di conoscere la sua dedizione, competenza e impegno civile come responsabile dei volontari della Protezione Civile di Udine. È una perdita gravissima”, ha dichiarato.

Condividi l'articolo