Dalla Puglia a Udine per aprire un nuovo locale: “Con il Friuli un colpo di fulmine”

Apre un nuovo locale a Udine.

Dalla Puglia a Udine per aprire un ristorante. E il motivo è chiaro: “Sono innamorato del Friuli”. È la scelta fatta da Nicola Bailon, che vuole “sfidare” la crisi avviando una nuova attività nel capoluogo friulano.

Oggi, alle 19, in viale Ledra 52/B – negli spazi che furono del bar Bahamas -, Nicola e famiglia inaugurano “Il Buco”, ristorante-pizzeria che prende il nome dall’omonimo locale pugliese condotto negli ultimi tempi da Bailon. “Lo abbiamo gestito per sei anni a Barletta – racconta Nicola – e funzionava bene. Però, la voglia di venire in Friuli è stata tanta. Così, assieme a mia moglie Stefania, abbiamo deciso di trasferirci qui e di investire tutti i nostri risparmi in un nuovo locale”. Nuova vita, dunque, per tutta la famiglia, composta anche dai figli Giuseppe e Vincenzo.

Ma perché la scelta di puntare proprio sul Friuli? “Sono arrivato a Udine per la prima volta nel 1991. Facevo la scuola militare e sono capitato nel Distretto di Udine – così Nicola riavvolge il nastro dei ricordi -. Questa terra mi è piaciuta da subito, anche perché è a un passo da tutto: mare, montagna e non soltanto. È stato amore a prima vista, tant’è che sono venuto spesso qui in vacanza. I miei conterranei pugliesi – sorride Bailon – mi davano del pazzo!”.

Il sogno di aprire un ristorante a Udine è stato bloccato, ma non cancellato, dal coronavirus. “Eravamo pronti a trasferirci quando è scoppiata l’epidemia. Un bel problema – ammette l’imprenditore -. Ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo investito tempo, energie e risparmi. Finalmente siamo pronti”. Al “Buco”, Nicola proporrà cucina pugliese da un lato, e spagnola dall’altro. Merito dei suoi trascorsi in terra iberica, dove Bailon ha lavorato per 12 anni come cuoco a Malaga e per due anni ha gestito un locale a Valencia. “Gli spagnoli mi guardavano con diffidenza all’inizio: un italiano viene da noi a insegnarci a fare la paella? Poi, però, mi sono fatto valere”. E non a caso, il piatto tipico valenciano da lui preparato ha ottenuto il 4° posto su scala europea a una kermesse francese e ha vinto, nel 2016, il primo premio come miglior “Paella de marisco” a Bologna.

A Udine, oltre a questa specialità composta da riso e pesce, Nicola proporrà i tipici prodotti pugliesi, dai panzerotti alla tipica focaccia, puntando sulla qualità di mozzarelle e olio direttamente da questa regione del sud Italia. “Crediamo che la nostra proposta possa funzionare – aggiunge Nicola – anche perché qui in zona un ristorante spagnolo non c’è. E sappiamo che i friulani apprezzano la cucina pugliese. Grinta e voglia di lavorare non ci mancano. Siamo pronti alla sfida”. Bailon e famiglia, ormai, si sentono friulani acquisiti e hanno preso casa a Pasian di Prato. E hanno scelto Udine per cominciare una nuova avventura imprenditoriale.

(Visited 41.360 times, 2 visits today)

Note sull'autore