Udine ricorda i suoi deportati della Shoah, pronte 10 pietre d’inciampo

Le pietre verranno apposte davanti alle abitazioni di alcuni deportati.

Dieci pietre d’inciampo a Udine per ricordare le vittime della Shoah. Il 19 gennaio, all’avvicinarsi del Giorno della Memoria 2020, su iniziativa di Anna Colombo, vicepresidente dell’Anpi di Udine, e in collaborazione con il comune le pietre verranno apposte davanti alle abitazioni di alcuni deportati udinesi.

Le figure ricordate saranno: Onelio Battisacco, Leone Jona, Luigi Basandella, Giuseppe Quaiattini, Silvio Rizzi, Cecilia Deganutti, Silvano Castiglione, Luigi Cosattini, Giovanni Battista Berghinz e Elio Morpurgo.

In occasione dell’inaugurazione, la storia di ciascuna figura sarà raccotata dagli studenti delle scuole superiori.

L’iniziativa, sarà presentata nella giornata precedente presso la sala riunioni della Fondazione Friuli alle 17:30 nel corso dell’incontro dal titolo “Le pietre di inciampo a Udine, ricordando i deportati del Friuli”. L’appuntamento è organizzato dall’università popolare di Udine in collaborazione con l’Anpi, l’istituto friulano per la storia del movimento di liberazione e il comune di Udine.

(Visited 275 times, 1 visits today)

Note sull'autore