Il rombo dei motori invade Udine, in 200 per il Motoraduno nazionale

Il Motoraduno nazionale Città di Udine.

La terza edizione del motoraduno nazionale “Città di Udine” ha superato ogni aspettativa degli organizzatori con la presenza di oltre 200 motociclisti, di cui quasi la metà tesserati Federazione Motociclistica Italiana.

La manifestazione – che si è tenuta da venerdì ad oggi con base piazza Primo Maggio – ha avuto il suo culmine con il giro turistico di ieri di circa 80 chilometri in cui i centauri hanno potuto ammirare e visitare le bellezze offerte dal cividalese, dalle Valli del Torre e del Natisone e dal Collio friulano. Oggi, domenica, c’è stata la consueta parata in omaggio alla città con sosta nella Contea di Cussignacco.

In piazza Giovanni XXIII ad accogliere gli appassionati delle due ruote il vicesindaco di Udine, Loris Michelini, e il presidente del quartiere Claudio Cattarossi. Iscritti da tutto il Friuli Venezia Giulia e fuori regione da Veneto, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Lazio, Toscana e Basilicata. È laziale il gruppo più numeroso con 9 motociclisti, a seguire Basilicata con 7 (i più lontani) e la Toscana con 5. Numerosissimi anche i partecipanti del Vespa Club Udine che ha contato più di 150 presenze. Il friulano Giancarlo Corazza, classe 1942, del Motoclub “Pino Medeot” di Gorizia si riconferma il partecipante più anziano e più assiduo che vanta il titolo di “Grand Master Meritum” con 45 partecipazioni ai raduni internazionali.

L’evento di quest’anno è stato una prova valida come selettiva del Campionato Italiano Moto Turismo FMI e 1° prova del trofeo Turistico Regionale FVG FMI.

Il raduno è stato organizzato dallo storico Motoclub Morena per promuovere la scoperta del Friuli e dei suoi meravigliosi paesaggi, la storia, l’arte e l’enogastronomia nel rispetto delle misure di prevenzione e contenimento Covid-19. “Siamo stati felici di sentire parole di apprezzamento per questo appuntamento friulano quali: accoglienza e organizzazione fantastica, posti stupendi, staffette perfette, ottimo lavoro sul contenimento delle problematiche, grande collaborazione tra i Motoclub” ha dichiarato Sergio Ammirati, presidente Motoclub Morena.

Condividi l'articolo