Era stata distrutta da un incendio, la latteria di Ovaro riapre e può rinascere

Una fase della cerimonia di inaugurazione della latteria di Ovaro alla presenza dell'assessore regionale Stefano Zannier

Riapre la latteria di Ovaro.

Un presidio con un grande valore per la zona, che rappresenta una scommessa vinta per quanti, soprattutto i conferitori, hanno creduto in una sua rinascita dopo l’incendio devastante avvenuto a dicembre dello scorso anno”.

Così l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Stefano Zannier intervenendo a Ovaro in occasione della cerimonia di riapertura della locale latteria. Alla presenza del sindaco Lino Not e dei proprietari della struttura Marco e Paolo Pezzetta, l’esponente dell’esecutivo Fedriga ha voluto porre in risalto l’importanza che la latteria riveste non solo per l’aspetto economico ma anche sociale di quanti vivono in quella valle.

“Quando ci è stato chiesto il supporto per riaprire la latteria di Ovaro – ha detto Zannier nel suo intervento – abbiamo garantito il sostegno della Regione. Questo perché c’è stata una condivisione di intenti nel ritenere questo presidio un punto di riferimento per coloro che vivono e lavorano nel mondo della zootecnia in questa parte del Friuli. Abbiamo così lavorato di comune accordo per trovare una soluzione ai vari problemi, attingendo da strumenti normativi e risorse che già esistevano per tenere in vita questa importante attività”.

Condividi l'articolo