“Attento c’è un’emergenza”. A Cividale sarà ora il sindaco ad dirlo a tutti con una telefonata

Cividale ha adottato il sistema sindaci in contatto 2.0.

Immaginate che, contemporaneamente, squillino migliaia di telefoni fissi e dall’altro capo della cornetta sia direttamente il sindaco ad informare immediatamente tutti i cittadini per un rischio allagamento, una momentanea sospensione del servizio idrico oppure dell’interdizione al traffico di alcune strade.

È quello che potrebbe capitare a Cividale dove il Comune ha adottato un avanzato sistema di comunicazione per la diramazione di messaggi di allerta e di avvisi o informazioni istituzionali.

“Si tratta di un sistema telefonico di comunicazione di massa che ci collegherà in modo ancora più concreto coi cittadini – spiegano il sindaco Daniela Bernardi e il vice sindaco Roberto Novelli – potendo contattarli uno ad uno in caso di necessità”.

Il sistema, infatti, permette all’amministrazione comunale di inviare sul telefono fisso dei cividalesi i messaggi vocali registrati del sindaco. “Potremo avvisare anche solo parte dei cittadini – chiarisce ancora il Comune -, ad esempio i residenti di una frazione o di alcune vie in caso di lavori o di emergenze relative solo a dette zone, nonché di inoltrare il vocale anche sui telefoni mobili”.

Da qui l’invito ad aderire al sistema “sindaci in contatto 2.0”, questo il nome del progetto. “Invitiamo caldamente i cittadini – continua Novelli – ad attivare la funzione che permette di ricevere le chiamate anche sul cellulare. È sufficiente collegarsi al sito www.cividaledelfriuli.sindacincontatto.it, nella sezione servizi on-line. Ormai il cellulare è lo strumento privilegiato di comunicazione di noi tutti e, pertanto, più persone saranno collegate al sistema e maggiore sarà la nostra azione, capillare ma non invasiva, di comunicazione”.

Con il servizio Sindaci in contatto 2.0 “l’amministrazione comunale sperimenta quindi una nuova opportunità di comunicazione, facilitata e pensata anche per le fasce di cittadini, come ad esempio gli anziani, non avvezze al mondo digitale e, per questo motivo, spesso escluse dalle informazioni sui servizi e sulle emergenze”, conclude il vice sindaco Roberto Novelli.

(Visited 1.487 times, 1 visits today)

Note sull'autore