Al parco soltanto assieme a un adulto: la nuova regola per gli under 14 di Cividale

L’ordinanza del sindaco sull’accesso alle aree verdi.

I ragazzi fino a 14 anni di età non potranno andare da soli nelle aree verdi di Cividale. Lo sancisce la nuova ordinanza firmata oggi dal sindaco Stefano Balloch. Il provvedimento recepisce le ultime disposizioni governative e conferma l’apertura al pubblico di parchi, ville e giardini (pubblici o aperti al pubblico) in cui non sono presenti attrezzature per il gioco dei bambini, ma introduce alcune prescrizioni.

Fino al 3 giugno, infatti, i minori di 14 anni, così come le persone non completamente autosufficienti, per accedere ai parchi dovranno essere sempre accompagnati da un genitore o da un altro adulto familiare, anche non parente. Permane l’obbligo di utilizzo della mascherina, o di una protezione a copertura di naso e bocca, salvo per i soggetti di età inferiore ai sei anni o in caso di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina o in caso di attività motoria svolta in luogo isolato e di quella sportiva nella fase di attività intensa.

È consentito svolgere attività sportiva e motoria con l’osservanza del rispetto della distanza personale di almeno 2 metri per l’attività sportiva individuale ed un metro per l’attività motoria individuale. Permane la chiusura al pubblico di tutti i parchi ed aree verdi pubbliche dotate di attrezzature e giochi per bambini, al fine di evitare assembramenti. L’ordinanza conferma l’interdizione ai percorsi che conducono alle aree fluviali presenti sul territorio, fatta eccezione per lo svolgimento dei servizi pubblici e di coloro che praticano la pesca sportiva (per questo debitamente autorizzati) con il rispetto del distanziamento sociale di almeno 10 metri (salvo tra persone conviventi).

In materia di attività sportiva, fatte salve le specifiche norme e le disposizioni relative all’utilizzo di palestre e piscine, il Comune consente la riapertura delle sole strutture presidiate o presidiabili, ubicate nel territorio comunale, per lo svolgimento dell’attività sportiva all’aperto: il gestore della struttura avrà l’onere di verificare e assicurare il rispetto dei divieti e degli obblighi impartiti dalle normative nazionali e regionali in materia di contenimento della diffusione del contagio del virus Covid-19 anche da parte degli sportivi che per norma vi possano accedere; in caso contrario le strutture dovranno rimanere chiuse.

Le “casette dell’acqua” rimangono aperte, ma l’utilizzo è consentito ad un massimo di due persone contemporaneamente e sempre con mascherina o protezione e guanti monouso. I cimiteri comunali rimangono aperti con accessi contingentati. In caso di svolgimento di funerali all’interno del cimitero, gli stessi dovranno essere eseguiti a “porte chiuse”, previa sospensione temporanea dell’accesso da parte delle persone che non partecipano al funerale, per evitare assembramenti.

Il testo integrale dell’ordinanza è pubblicato sul sito del Comune di Cividale del Friuli www.cividale.net.

(Visited 1.067 times, 1 visits today)

Note sull'autore