Carabiniere del Friuli stroncato da un aneurisma a soli 46 anni. Si era vaccinato con AstraZeneca. L’Azienda sanitaria: “Nessun nesso”

Lutto tra i carabinieri per la scomparsa di Emanuele Calligaris.

L’Arma dei carabinieri del Friuli è in lutto. È scomparso a soli 46 anni il maresciallo Emanuele Calligaris, stroncato oggi da un’emorragia cerebrale nell’ospedale di Udine.

Carabiniere stroncato da un aneurisma in Friuli: “Nessun nesso con il vaccino”

Era molto noto sul territorio provinciale. Nato nel settembre 1974, ha operato per 8 anni nel Centro di cooperazione internazionale di Thorl Maglern che riunisce le polizie di Italia, Austria e Slovenia al confine di Tarvisio. Da circa quattro anni era impegnato al Comando legione carabinieri di Udine, in un ufficio amministrativo. I colleghi e gli amici lo ricordano come una persona molto disponibile e sorridente, proprio per questo ben voluta.

Calligaris abitava alle porte di Udine assieme alla moglie. Lascia anche un figlio di 11 anni. Di recente si era sottoposto alla vaccinazione anti Covid con siero Astrazeneca, quello destinato alle forze dell’ordine. Poi, d’improvviso, un aneurisma cerebrale che l’ha condotto in ospedale a Udine dove Emanuele non si è più risvegliato. Profondo cordoglio non soltanto tra i colleghi carabinieri, ma anche tra chi lo ha conosciuto e ne ha apprezzato simpatia e semplicità.

(Visited 44.297 times, 1 visits today)

Note sull'autore