West Nile in Friuli Venezia Giulia, c’è il primo caso con sintomi

Salgono a 4 i casi di West Nile in Fvg.

Un nuovo caso di West Nile a Sacile. Si tratta della prima persona positiva in Friuli Venezia Giulia che presenta alcuni sintomi leggeri. La sua positività infatti non è stata riscontrata tra i donatori di sangue, come avvenuto negli altri casi precedenti.

Le condizioni di salute dell’uomo, che nelle campagne di Sacile, comunque non destano preoccupazioni e non è stato necessario il ricovero in ospedale. Solitamente le sintomatologie più lievi della West Nile possono essere scambiate con quelle influenzali e sono febbre, mal di testa, nausea, vomito, linfonodi ingrossati, sfoghi cutanei. Questi sintomi possono durare pochi giorni, in rari casi qualche settimana, e possono variare molto a seconda dell’età della persona.

Salgono a 4 quindi le persone positive alla West Nile in Friuli Venezia Giulia, mentre un caso sospetto è stato rilevato anche nella zona di Brugnera, ma si attende la conferma degli esami. Oltre a quest’ultimo di Sacile i casi confermati sono uno nell’area di Pordenone e due in quella di Udine.

Dopo i primi riscontri di zanzare positive al West Nile a metà luglio a San Vito al Tagliamento, a San Canzian d’Isonzo e a Palazzolo dello Stella gli esperti si aspettavano i primi contagi tra le persone dopo qualche settimana, come avvenuto. L’allerta rimane alta la Regione aveva già adottato le misure di sorveglianza per la prevenzione della diffusione di questo virus seguendo le linee dettate dal Ministero della Salute.

Condividi l'articolo