Un fondo d’investimento in Megic Pizza, da Gorizia ha esportato l’eccellenza

Megic Pizza di Gorizia acquistata da Aksia group.

Da Gorizia alla Francia, Austria, Svizzera, Slovenia, Croazia e Spagna. Megic Pizza, impresa goriziana che tratta la pizza fresca in atmosfera modificata, è arrivata a un fatturato di 10 milioni partendo dai 3 milioni del 2016 (il 38% in più).

Aksia Capital V, fondo gestito da Aksia Group, ha deciso quindi di acquistarla tramite la controllata Valpizza, rilevata in luglio e specializzata nelle pizze surgelate a marchio del distributore e nelle basi pizza, con un giro d’affari di 20 milioni di euro. Megic Pizza resterà guidata dal fondatore Gerardo Acampora che continuerà a detenere una quota del 20%.

Megic Pizza è creata seguendo la tradizione dei pizzaioli napoletani e trasportandola al banco frigo del supermercato. Gli impasti sono composti da solo lo 0,0003% di lievito che li rende altamente digeribili e per prepararle il prodotto basta infornarlo per pochi minuti. Ogni giorno Megic Pizza prepara basi per pizza, pizze farcite, pizze vegane e pizze surgelate a lunga conservazione.

La società si è distinta nel 2016 con il certificato Italian Identity Index, il sigillo distintivo del saper fare italiano. Il tutto ebbe inizio a Grado quasi quarant’anni fa. Michele Acampora con il suo storico locale, “La Ciacolada”, insieme a Gerardo, il figlio, ha ideato questo nuovo format di pizza creato nello stabilimento di Ronchi dei Legionari, in provincia di Gorizia. Il prodotto è ora un paladino del made in Italy a livello internazionale.

(Visited 708 times, 1 visits today)

Note sull'autore