I ristoranti e i vini migliori in Fvg, ecco le scelte della guida dell’Espresso

I ristoranti e i vini migliori in Fvg per l’Espresso.

È una vera e propria “bibbia” per chi ama il buon cibo e il vino di qualità. È la guida dell’Espresso 2021, la pubblicazione curata dal direttore Enzo Vizzari che individua il meglio dell’enogastronomia nelle varie parti d’Italia.

Chi ha primeggiato in Friuli Venezia Giulia? I ristoranti migliori, che hanno ottenuto 4 cappelli – appena sotto la massima valutazione – sono Agli Amici di Godia, guidato dallo chef Emanuele Scarello, Laite di Sappada con Fabrizia Meroi al timone e L’Argine di Vencò, con Antonia Klugmann. Poco più sotto, con 3 cappelli, c’è l’Osteria Altran di Ruda.

Tra i vini, brilla il Kaplaja 2016 di Damijan Podversic, realtà di Gorizia, che guadagna il massimo punteggio, 5 bottiglie. Si fanno luce anche lo Chardonnay Sol 2017 di Ronco del Gnemiz, azienda agricola di San Giovanni al Natisone, il Friulano Obelisco 2018 di Piero Croatto, il Pinot grigio ramato 2019 di Gianpaolo Colutta, il Fosarin 2018 di Ronco dei Tassi, il Friulano 2019 di Doro Princic e il Friulano Clivi Brazan 2017 de I Clivi, tutti meritevoli di 4 bottiglie. Stessa valutazione anche per Malvasia 2019 di Raccaro, auvignon Ronco delle Mele 2019 di Venica&Venica, bianco Marlet 2018 di villa Vitas, Capo Martino 2018 di Jermann, bianco aromatico da uve Palava 2018 di Ritter de Zahony, Flors di Uis 2018 di Vie di Romans, Bora 2011 di Kante e Vitovska Kamen 2018 di Zidarich.

Voto massimo, tra i rossi, per il Merlot riserva particella mappale 366 del 2015 di Cristian Specogna, che si aggiudica 5 bottiglie, poco prima del Refosco dal Peduncolo rosso 2015 di Valpanera, che segue con 4. Cinque bottiglie tra i vini dolci, infine, per il Tal Luc 2012 de Lis Neris.

Condividi l'articolo