Partenza tiepida per i saldi invernali, poche code fuori dai negozi. “In Fvg si spenderanno 120 euro a testa”

L’inizio dei saldi invernali in Friuli Venezia Giulia.

Iniziati anche in Friuli Venezia Giulia gli attesi saldi invernali, che da oggi dureranno fino al 31 marzo 2022. Le promozioni della stagione sono tra le più attese da parte dei clienti che in questo possono approfittare per comprare un oggetto del desiderio in più. Quest’anno però i saldi invernali sono anche la “speranza” dei negozi e dei centri commerciali, che stanno ancora pagando la situazione di crisi causata dalla pandemia.

“I saldi arrivano dopo un periodo natalizio, possiamo dire, di sottotono – afferma Alessandro Tollon, presidente provinciale di Confcommercio Federmoda Udine – siamo però fiduciosi di poter recuperare quanto perso durante il 2020, anno particolarmente difficile per il commercio”. Come spiega Tollon, la partenza del 2021 non era per niente positiva e il finale è stato più che negativo. “Stimiamo che 5 famiglie su 10 effettueranno un acquisto sull’abbigliamento e la spesa sarà di 120 euro pro capite, circa il 30% in meno rispetto al periodo pre-pandemia”, continua Tollon.

La pandemia ha segnato in modo determinante l’andamento delle vendite. Infatti, tra smartworking e minori occasioni di incontri, sono diminuite forse anche le esigenze. “Tutto ciò che è legato alla pandemia di sicuro non ha aiutato a creare un clima di fiducia per il commercio – conclude Tollon – ci sono state meno possibilità per organizzare eventi e questo ha portato anche ad una trasformazione della moda: non più abiti eleganti, ma sportivi e casalinghi”.

Tra outlet e centri commerciali.

Ad ospitare la maggior parte dei clienti saranno i centri commerciali, che si sono attrezzati per l’occasione, pur non potendo organizzare eventi ad hoc. “Abbiamo puntato molto sulla comunicazione – spiega Domenico Casagrande, direttore dell’Outlet Village di Palmanova – prioritari sono stati anche la sicurezza e la vigilanza”. Casagrande afferma poi che all’interno dell’outlet saranno rispettate le direttive contro gli assembramenti e per questo motivo hanno aumento i controlli interni. “Non ci aspettiamo un’affluenza esagerata, anche perché molti sono ancora in vacanza – conclude Casagrande – però da oggi a domenica attendiamo flussi scaglionati. Le persone infatti non arrivano più in massa come un volta, ma in maniera più spalmata”.

Anche il Tiare Shopping di Villesse si è preparato all’inizio degli sconti. “I saldi invernali sono appena iniziati quindi è abbastanza prematuro fare previsioni – afferma Giuliana Boiano direttore del Meeting Place Tiare Shopping – a livello generale notiamo un positivo movimento nei negozi della galleria che auspichiamo possa portare buoni risultati“. La Boiano conclude poi ricordando che quest’anno il centro commerciale potrà rimanere aperto anche nei fine settimana: “Rispetto allo stesso periodo del 2021, i nostri visitatori avranno ancora più tempo a disposizione per le loro scelte di acquisto”.

Condividi l'articolo