Paura nucleare, nella base di Aviano 50 bombe atomiche

La base Usaf obiettivo strategico in caso di escalation nucleare

Con la Russia che rilancia l’ipotesi di una escalation nucleare, si fanno più forti i timori per il Friuli Venezia Giulia che sul suo territorio, ad Aviano, ospita una base americana, in cui verrebbero custodite una cinquantina di testate atomiche B-61 (ma l’Alleanza non dice ufficialmente quante e dove siano localizzate le armi nei vari Paesi).

Nel caso di un attacco, quindi, la nostra regione si troverebbe presa in mezzo tra le due forze in gioco, dato che da qui potrebbero partire gli aerei militari. Senza contare che, ovviamente, se la guerra in Ucraina dovesse estendersi fino a diventare un conflitto mondiale, la base di Aviano sarebbe considerata un obiettivo strategico proprio per la presenza delle strutture Nato.

Per ora, si spera, la possibilità di un’escalation atomica resta nel campo delle eventualità più tragiche, ma le parole di Putin e le notizie che si susseguono sulla possibilità che la Russia stia preparando un test nucleare sul confine ucraino, fanno crescere i timori nel nostro territorio.

Condividi l'articolo