Niente Festa di San Rocco a Gemona, ma le borgate del centro non si arrendono

Il Comitato delle borgate del centro di Gemona sposa la solidarietà.

L’epidemia da Covid-19 non ha fermato il Comitato borgate del centro storico di Gemona che, seppur rinunciando a malincuore alla tradizionale Festa di San Rocco, il suo fiore all’occhiello, per tutto l’arco temporale del 2020 ha comunque organizzato numerose iniziative rivolte in primo luogo ai più giovani.

Anche quest’anno il Comitato intende procedere nella medesima direzione e se possibile alzare ulteriormente il tiro, in particolare tramite l’ormai consolidato progetto “Vivi il cuore di Gemona”, sostenuto dal Comune e dalla Regione. La sensibilità del sodalizio presieduto da Giulio “Jackut” Contessi verso le tematiche sociali lo hanno portato di recente a stringere un accordo di collaborazione con il Servizio Sirio, gestito dalla Cooperativa Sociale Itaca, con sede a Gemona.

L’iniziativa si propone di facilitare l’incremento e il mantenimento delle autonomie di vita, delle abilità pseudo-occupazionali, relazionali e sociali in giovani adulti con disabilità intellettiva. Come prima iniziativa i ragazzi di Sirio hanno realizzato alcune decorazioni che abbelliranno il centro storico cittadino in occasione del periodo pasquale e che sono già visibili presso le sedi del Comitato stesso nonché dell’associazione pro loco Pro Glemona, oltre che nelle vetrine delle attività commerciali che, sempre in centro, hanno accettato volentieri di ospitare i lavori.

(Visited 223 times, 1 visits today)

Note sull'autore