Riapre la storica Casa Rossa di Terenzano e diventa un bistrot a chilometro zero

La riapertura il primo agosto.

Cucina a chilometro zero, carni, vini e formaggi dal territorio friulano.
È questa la filosofia dietro il nuovo bistrot “Casa Rossa” a Terenzano di Pozzuolo in apertura il prossimo primo agosto. Da sabato lo chef Kevin Gaddi sarà subito operativo per accontentare i clienti del rinnovato locale.

“Il ristorante è stato completamente rimodernato durante la chiusura imposta dal lockdown – spiega il titolare Luca Todaro -, è cambiata la cucina, ora completamente a km 0, i prodotti provengono solo dal Friuli Venezia Giulia”. “Ad esempio la carne da fare alla brace proviene da un’azienda di Palmanova” – chiosa lo chef del locale Kevin Gaddi -.

“I menu sono homemade dalla A alla Z, abbiamo pochi coperti, circa una trentina, perché il motto è coccolare il cliente dall’antipasto al dolce. Mia moglie si curerà della pasticceria, i dolci sono particolari, rivisitati in stile cake-design”, continua Todaro. Ma il punto forte resta la ricerca di prodotti prodotti del territorio, la friulanità. Da formaggi di malga e latteria che sa ancora di fieno alle farine prese a Gemona, dall’aceto di mele fatte da un’azienda a 10km dal locale ai vini regionali.

Per non parlare del piatto forte, un assortimento di carne alla griglia in un grande vassoio, su richiesta. Udine Sud, crocevia abbastanza importante per quanto riguarda lo sbocco autostradale, porta al locale anche stranieri che vanno verso Lignano o l’Austria, spesso si fermano ad assaporare degli accostamenti che è difficile trovare in altri Paesi.

Condividi l'articolo