Le erbacce ricoprono la Fortezza di Osoppo, partono i lavori di pulizia

Manufatti ed edifici storici della Fortezza di Osoppo erano degradati.

In partenza gli interventi di ripristino e valorizzazione del Colle della Fortezza frutto di una convenzione stipulata nel mese di dicembre dal Comune di Osoppo e dalla Regione.

Nel corso del tempo i manufatti e gli edifici storici fatti oggetto in passato di ripetuti interventi di restauro sono stati purtroppo ricoperti dalle piante infestanti. Si rende pertanto necessaria un’attività di ripristino ambientale attraverso la ripulitura dalla copiosa vegetazione infestante che in caso contrario rischia di determinare uno stato generale di degrado e di compromettere la piena fruizione della Fortezza, nascondendo alla vista le opere esistenti.

“Le difficoltà gestionali e la limitatezza delle risorse disponibili – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Lucio Feregotto – ci hanno indotti a chiedere la collaborazione del Servizio gestione territorio montano, bonifica e irrigazione della Direzione centrale risorse agroalimentari, forestali e ittiche della Regione. L’alta professionalità delle maestranze che verranno impiegate è in grado di garantire la perfetta esecuzione dei lavori di pulizia necessari. L’iter è stato lungo poiché abbiamo dovuto attendere il nulla osta del demanio idrico regionale e della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia. La convenzione dura un anno ed è rinnovabile”.

I siti sui quali verranno in particolare concentrati gli sforzi sono il colle napoleonico, il deposito artiglieria, dove c’è peraltro una polveriera ancora integra ma oggi ricoperta di erbacce, i muri di cinta del castello dei Savorgnan. Verranno inoltre ripuliti i vari percorsi e ripristinati i parapetti ormai in deperimento, sfruttando il legno recuperato con i tagli.

(Visited 313 times, 1 visits today)

Note sull'autore