L’Apu fuori dal tunnel, Treviglio ko al fotofinish: “Ritrovata la strada giusta”

L’Apu Udine ritrova la vittoria dopo 6 sconfitte di fila.

Vittoria al cardiopalma per la Apu Old wild west Udine a Treviglio. Finisce 84-83 il confronto valido per la 16^ giornata della serie A2 di basket, con il successo friulano arrivato al termine di una partita tiratissima. Lombardi per ben due volte con sulle mani il tiro per vincere la gara e riportare Udine nel baratro della settima sconfitta consecutiva, ma prima Frazier e poi un liberissimo Nikolic sbagliano il tiro della vittoria.

Partita lottatissima fin dall’inizio con Udine che prova sempre ad allungare, ma i bergamaschiriescono sempre a rintuzzare. Per Udine sugli scudi Federico Mussini con 22 punti e un buon Dominique Johnson autore alla fine di un ventello. Da segnalare anche l’apporto di Michele Antonutti nel secondo tempo dove realizza quasi tutti i suoi 13 punti. La partita arriva punto a punto nel finale e Udine rischia di pagare caro alcuni errori offensivi, in particolare una palla perse per una banale infrazione di passi di Johnson a trenta secondi dalla fine. Per fortuna Treviglio grazia l’Apu nell’ultimo possesso e così Udine torna a riassaporare la vittoria che mancava dal 27 dicembre contro Milano.

A fine match un coach Matteo Boniciolli più sollevato che soddisfatto per il risultato: “È stato un gennaio davvero difficile. Le aspettative sulla squadra sono alte e avevamo fatto un inizio di stagione straordinario. Avevamo bisogno di una vittoria per ricominciare a credere che non va sempre tutto storto”. Il tecnico aggiunge che “è la vittoria dei giocatori che hanno combattuto tutti e voglio ringraziare la società perché dopo sei sconfitte di fila sarebbe stato scontato esonerare l’allenatore ed invece il presidente ha tenuto duro e so che per lui che è un vincente non è stato facile. Questa è una vittoria della squadra e delle scelte del presidente”

Anche il capitano Michele Antonutti a fine partita sembra essersi levato un bel peso di dosso, il fardello delle sei sconfitte: “Era veramente frustrante. Poche volte in carriera mi è capitato di lavorare bene e non raccogliere risultati. Eravamo molto tesi. Questo è un campionato difficilissimo con risultati strani ogni domenica. La vittoria di stasera è un piccolo passo che deve darci la coscienza che siamo sulla strada giusta”. Così Antonutti, che poi elogia la squadra e i compagni: “Oggi siamo stati bravi perché ci sono molti giocatori in doppia cifra. Tutti hanno dato una mano e voglio fare un grande applauso alla panchina che negli ultimi minuti era come se fosse in campo”.

Tutto bene quel che finisce bene e la speranza è che questa sofferta vittoria dia un po’ di morale e fiducia alla squadra. Anche la classifica torna a raddrizzarsi, ora Udine è quinta, anche se alcune squadre devono recuperare delle partite. Appuntamento a domenica prossima con l’impegno casalingo contro Capo d’Orlando per capire se realmente la crisi è alle spalle.

(Visited 411 times, 1 visits today)

Note sull'autore