Gaffe sul cartello a Tarvisio, le scuse della ditta, ma spunta un’altra scritta sbagliata

A Tarvisio spunta un’altra scritta sbagliata.

Lo strafalcione ha fatto il giro del Friuli Venezia Giulia, e non soltanto. La scritta “Wellcome”, con una “elle” di troppo, posizionata sulla rotatoria di Camporosso, prima di sparire ha scatenato l’ironia sul web.

Dopo la gaffe, sono arrivate al Comune le scuse dell’azienda che ha curato l’installazione. Ne dà notizia il sindaco di Tarvisio, Renzo Zanette: “L’azienda, di Latisana, è stata incaricata dall’Amministrazione comunale per progettare e realizzare i lavori di riqualificazione delle rotatorie di Pitacco e del Dawit – racconta -. A seguito della spiacevole situazione accaduta alcuni giorni fa, relativamente all’errata scrittura in lingua inglese su uno dei pannelli di corten, posizionato sulla rotonda grande e tolto alcune ore dopo, che ha creato un forte imbarazzo tra noi Amministratori e tra la cittadinanza, la stessa azienda ha inviato al comune di Tarvisio una lettera contenente le scuse per l’increscioso errore“.

Strafalcione sul cartello d’ingresso a Tarvisio e si scatena l’ironia.

Il primo cittadino chiarisce il prossimo passo: “La ditta, riconoscendo la propria “colpa nella vigilanza”, sta verificando tramite una indagine interna le responsabilità dell’accaduto. Ha inoltre comunicato che saranno ordinati e messi in produzione i pannelli da sostituire, le cui spese saranno a proprio carico“.

Vicenda finita, quindi? Non del tutto. Già, perché dopo il cartello “Wellcome”, sulla medesima rotonda è spuntata un’altra strana scritta. Qualcuno l’ha interpretata come fosse un saluto in cirillico, ma scritto “sottosopra”. Ma decifrarla non pare impresa semplice. Vedremo se il “mistero” sarà chiarito.

(Visited 34.900 times, 1 visits today)

Note sull'autore