Passaporti, dal 26 aprile appuntamenti solo tramite Spid o Cie anche a Trieste

Nuove modalità per richiedere l’appuntamento a Trieste.

Cambiano le modalità per chiedere l’appuntamento per il rilascio del passaporto alla Questura di Trieste. Da lunedì 26 aprile, infatti, sarà possibile registrarsi on line nell’agenda passaporti solo ed esclusivamente tramite identità digitale, utilizzando le credenziali Spid o Cie (Carta Identità Elettronica e relativo Pin), tramite i pulsanti “Entra con SPID” o “Entra con CIE”, seguendo le indicazioni del sito. La Questura di Udine utilizza questa nuova procedura già dal primo marzo scorso.

Allo scopo di scongiurare possibili file ed assembramenti di persone, la Questura di Trieste raccomanda agli utenti di attenersi scrupolosamente all’orario stabilito nella prenotazione e di presentarsi allo sportello con la domanda debitamente compilata e corredata di tutta la documentazione richiesta oltre a un documento di identità in corso di validità, sia in originale che in copia.

Solo in presenza di comprovati motivi di natura eccezionale, come ad esempio lavoro, cure mediche, studio, lutti familiari, sarà possibile presentare la propria richiesta di passaporto senza aver effettuato la prenotazione on line, previa istanza motivata e documentata, che potrà essere trasmessa per le valutazioni del caso all’indirizzo di posta elettronica ammin.quest.ts@pecps.poliziadistato.it.

Anche le richieste di accompagno per minori si effettuano esclusivamente tramite portale di prenotazione “Passaporto Elettronico – Agenda OnLine”, raggiungibile dal sito della Polizia di Stato, o direttamente all’indirizzo https://www.passaportonline.poliziadistato.it. Vale anche in questo caso la nuova regola dell’accesso solo tramite Spid o Cie. I genitori o chi esercita la responsabilità tutoria di minori di età inferiore a 14 anni che viaggino non accompagnati da almeno uno di loro e che intendono concedere l’autorizzazione ad una persona fisica o ad una società di trasporto (es: compagnia aerea o di navigazione) devono presentare la “dichiarazione di accompagnamento”. I genitori o tutori di minori di anni 14, dovranno richiedere tale autorizzazione a far viaggiare i propri figli minori affidandoli a un accompagnatore (ente o persona fisica) utilizzando la nuova procedura nell’ambito del Servizio di Agenda Passaporto, collegandosi all’indirizzo internet www.passaportonline.poliziadistato.it, ove l’utente avrà a disposizione una voce di menu denominata “Richieste di accompagno”.

Il cittadino che ne fa richiesta, grazie ad una convenzione con Poste Italiane, potrà ricevere il passaporto emesso dalla Questura al proprio domicilio con un costo di € 9.05 da pagare in contrassegno al momento della consegna, ovvero direttamente all’incaricato di Poste Italiane.

(Visited 1.732 times, 1 visits today)

Note sull'autore