Di nuovo “ostaggio” dei passaggi a livello, a Udine riparte la raccolta firme

Un passaggio a livello a Udine (foto Margherita Marghe)

I nuovi problemi con i passaggi a livello di Udine.

Nuove difficoltà causate dai guasti dei passaggi a livello dei treni a Udine. Dopo il primo episodio sul finire del 2021, a distanza di pochi giorni c’è stata un’altra interruzione in via Del Bon, protrattasi per mezzora o poco più.

Lo denuncia Maria Stella Masetto Lodolo, consigliera di circoscrizione Laipacco/San Gottardo e rappresentante del Comitato Mansi per parco urbano e dismissione passaggi a livello. “A breve – rivela – ripartiranno i banchetti con la raccolta delle firme degli abitanti udinesi e proprio a far fronte per un parco urbano con la dismissione dei 5 passaggi a livello, che stanno veramente tormentando i residenti con le consuetudinarie chiusure. Purtroppo la cosa più grave è che l’attuale amministrazione sta nel fatto che i cittadini sono silenti. Se questi fatti accadessero altrove, in altri comuni, avremmo una rivolta ma qui da noi, a Udine, tutto viene accettato e molto passivamente”.

Masetto Lodolo torna sull’episodio di qualche giorno fa. “Dopo l’interruzione non c’è stato alcun personale tecnico ferroviario ma si è ripresa la viabilità locale. Cerchiamo allora una volta per tutte di stipulare una convenzione tra il Ministero dei Trasporti; l’Ente Ferrovie dello Stato, Regione Fvg e Comune di Udine avente per oggetto la soppressione dei passaggi a livello attraverso la costruzione di opere sostitutive. In questo caso parliamo di un parco urbano. La chiusura definitiva dei 5 passaggi a livello rappresenterebbe un ulteriore vantaggio per i cittadini tutti di Udine. I treni, sia merci che passeggeri, transiterebbero, così, in tratta interrata e questa sarebbe una soluzione alternativa che si potrebbe sviluppare già nel 2022. La soppressione dei passaggi a livello e la realizzazione del parco urbano – conclude – consentiranno di rendere più fluida e ordinata la mobilità del centro urbano“.

(Foto di repertorio)

Condividi l'articolo