Ricoverato a Tolmezzo con un tumore aspetta giorni prima di essere trasferito per le cure

Paziente attende giorni per il trasferimento: sotto accusa la rete oncologica regionale.

Ricoverato a Tolmezzo per un tumore, è stato costretto ad aspettare giorni prima di essere trasferito per le cure. Il caso è stato portato alla luce dai consiglieri del Gruppo Misto in Regione Fvg: il paziente oncologico, ricoverato al Pronto soccorso di Tolmezzo, avrebbe atteso troppi giorni prima di essere trasferito a Trieste per ricevere cure più appropriate.

Un episodio che, sempre secondo i consiglieri, rivelerebbe carenze di  pianificazione, programmazione e gestione a livello dei vertici sia della sanità regionale che di quella aziendale.

Il gruppo Misto ritiene infatti che la Ror – Rete oncologica regionale – sia rimasta sulla carta. Come mai, si chiedono, non ci sono abbastanza posti letto in una regione con un’alta incidenza tumorale come il Fvg? Come mai non sono stati definiti (o non sono usati) i percorsi per la presa in carico dei pazienti oncologici?

E’ stata quindi presentata un’interrogazione alla Giunta regionale chiedendo quali siano i suoi orientamenti e quali azioni intenda intraprendere. Specificatamente si chiede quale sia lo stato dell’arte dell’attivazione della Ror e in particolare se sia stata fatta una ricognizione sull’appropriatezza numerica regionale della dotazione di posti letto in oncologia e se siano stati definiti percorsi di presa in carico rapida per i pazienti oncologici.

Il Gruppo Misto ricorda che l’indagine nazionale di Agenas sullo stato di attuazione delle reti oncologiche del 2021 aveva bocciato pesantemente il Fvg, maglia nera italiana nella realizzazione della Ror, mentre di fronte a una specifica interrogazione la Giunta aveva risposto che i problemi erano formali e non sostanziali e che comunque anche ad essi si sarebbe provveduto.

Condividi l'articolo