Un murales per ricordare i bambini morti ad Artegna e le vittime della guerra

Il murales ad Artegna.

Dalla volontà di un cittadino arteniese, unita alla passione e alla tenacia delle ragazze della Consulta giovanile di Artegna, nasce un significativo progetto: un murales dedicato al ricordo dei civili caduti durante la Seconda Guerra Mondiale, oltre che alla memoria di alcuni bambini che persero la vita proprio ad Artegna a causa dello scoppio di un ordigno.

Il murales rappresenterà un soldato che cammina, allontanandosi , con un bambino seduto sulle spalle. Sulla parete accanto figurerà questa frase:
“Nessuno può essere così folle da preferire la guerra alla pace: con la pace i figli seppelliscono i padri, con la guerra sono i padri a seppellire i figli”. Le ragazze della Consulta, presentando il progetto a settembre 2021, hanno scelto di dare voce ad un anziano concittadino che ha espresso il desiderio di vedere lasciata una traccia tangibile del ricordo delle vittime del conflitto.

“La realizzazione di questo progetto ha una duplice importanza per noi – afferma Sara Brollo, presidente della Consulta – . Rispecchia innanzitutto una volontà espressa dai cittadini che siamo chiamate a rappresentare. Inoltre, è un’opportunità per creare coesione fra due generazioni diverse, unite dalla volontà di lasciare una traccia permanente sul nostro territorio e di ricordare ciò che è accaduto.”

Secondo il programma, il murales verrà realizzato nel periodo estivo: alla sua creazione collaborerà attivamente Alessandro Lizzi, della ditta arteniese Lizzi Restauri.

Condividi l'articolo