Anche il cuore friulano batte all’accensione della Fiamma olimpica a Roma

Il Festival olimpico della Gioventù Europea 2023 in Fvg.

All’Ara Pacis, monumento chiave dell’arte augustea e simbolo per antonomasia di pace nell’antica Roma, a chiusura del 2021, è stata accesa la Fiamma, simbolo olimpico della Pace, in onore di EYOF 2022 che si svolgerà il prossimo marzo a Vuokatti in Finlandia. Alla cerimonia, insieme al comitato organizzatore finlandese, al direttivo dell’EOC, al CONI e ai rappresentanti del comune di Roma, era presente anche una delegazione del Festival Olimpico della Gioventù Europea 2023 che si terrà in Friuli Venezia Giulia nel mese di gennaio. Il presidente Maurizio Dunnhofer, il vicepresidente, Giorgio Brandolin e il Direttore Giorgio Kaidisch, a nome di Eyof FVG 2023, hanno presenziato alla cerimonia in cui il presidente dell’EOC (organismo internazionale che riunisce i 50 comitati olimpici nazionali d’Europa) Spyros Capralos ha ricordato, nel suo discorso, il presidente onorario del CIO Jacques Rogge, recentemente scomparso. Rogge è stato il padre del Festival Olimpico della Gioventù Europea (EYOF), originariamente chiamato European Youth Olympic Days (EYOD), quando è stato lanciato per la prima volta in Belgio, paese di origine di Rogge, nel 1991 per gli sport estivi e in Italia nel 1993 per quelli invernali. Il presidente dell’EOC Capralos ha dedicato EYOF 2022 Vuokatti alla memoria di Jacques Rogge.

Oltre alla fiamma, i rappresentanti di Vuokatti 2022 hanno ricevuto la scultura dell’Ulivo d’Oro Dea Pax, un simbolo di pace e amicizia i cui rami rappresentano lo spiegamento dell’ombrello EOC per ricevere gli atleti di tutti i Comitati Olimpici Nazionali Europei (ENOC). La delegazione del comitato organizzatore di Eyof 2023, dalla capitale italiana, ha raggiunto la Finlandia per partecipare allo Chef de Mission Seminar che si è tenuto a Vuokatti, nella regione di Sotkamo, il 15 e 16 Dicembre scorsi.

L’evento ha fornito al Friuli Venezia Giulia anche l’occasione di partecipare all’Observer Program inteso a illustrare ai futuri organizzatori i punti chiave dello svolgersi dell’evento con particolare attenzione al tema del ghiaccio in cui la Finlandia eccelle. L’intenso programma consisteva in una giornata di ispezione delle sedi di gara, delle strutture ricettive e dell’Ice Hockey Arena di Kajaani e una giornata di seminario nel quale i responsabili delle varie funzioni organizzative illustravano agli chef de Mission dei 47 paesi partecipanti a EYOF 2022 gli aspetti salienti della struttura organizzativa unitamente alle problematiche e alle difficoltà riscontrate durante il processo organizzativo. Presenti come Observer, oltre ai rappresentanti del Friuli Venezia Giulia, anche quelli di Banska Bystrica in Slovacchia sede dell’edizione estiva di EYOF 2022.

Condividi l'articolo