Niente patteggiamento per la banda delle ruspe: si va a processo

Confermato il capo d’accusa.

Andrà a processo la “banda delle ruspe“. è stata respinta l’istanza di patteggiamento avanzata dalla difesa. Maricel Borsan, di 26 anni, Marius Sociu di 22 e Iulian Gicu Dobre di 24, dopo vari furti tra case e cantieri, erano stati scoperti dalla polizia. A seguito di un inseguimento, la banda era stata costretta ad abbandonare l’auto e di proseguire a piedi. Nel tentativo di superare a piedi l’Isonzo, Stanica Broasca, di 27 anni, perse la vita annegato.

Tra i fatti di cui dovranno rispondere ci sono numerosi furti di auto, pick up ed altri veicoli da cantieri o noleggi di macchine operatrici. Alcune di queste macchine venivano usate per sradicare le colonnine dei distributori di benzina self service, con l’obbiettivo di rubarne l’incasso. Presi di mira i distributori Conad Porcia, il Q8 di San Vito al Tagliamento e il Conad di Martignacco. Oltre ad altri furti riusciti o fermati dalla Polizia di Stato, si conta anche una lunga lista di furti in abitazioni a San Michele al Tagliamento, nel febbraio del 2021.

Condividi l'articolo