Come utilizzare i semi di canapa, e perché conviene farlo

Gli utilizzi consentiti.

semi di canapa sono un prodotto vegetale che proviene dalla cannabis sativa, una varietà di piante, spesso mal vista per il fatto di contenere THC, il principio attivo che altera la coscienza. Tuttavia, i semi che vengono venuti in commercio hanno meno dello 0,2% di THC ed è per questo che sono legali, non avendo effetti droganti nei confronti di chi li consuma.

Di norma vengono venduti senza guscio, e di conseguenza ciò che più nello specifico viene commercializzato è rappresentato dai cuori di canapa.

I cuori di canapa sono appunto la parte interna dei semi. Sono morbidi, e hanno un sapore apprezzabile.

Online puoi trovare alcuni tra i migliori semi di cannabis, da utilizzare a seconda di come preferisci.

Quali sono gli utilizzi che è possibile fare con questi semi? Si prestano bene a diversi tipi di ricette. Infatti, si possono utilizzare sia a colazione che a pranzo o cena, nelle pietanze dolci e anche in quelle salate.

Inoltre, vengono adoperati anche per creare una polvere proteica, e possono essere utilizzati anche per fare l’olio di semi di canapa, oltre che il latte di canapa.

Vengono apprezzati da molti perché sono semi molto nutrienti e benefici per l’organismo.

Per maggiori informazioni su come utilizzare i semi di canapa, e perché valga la pena consumarli regolarmente, consigliamo di proseguire nella lettura del presente articolo.

Semi di canapa: modalità di utilizzo

Come accennato nell’introduzione, con i semi di canapa si può ottenere un ottimo olio, adoperabile per condire alcuni alimenti in alternativa all’olio d’oliva. Inoltre, si può utilizzare anche per preparare una polvere di proteine vegetali, macinando i semi.

In più, attraverso un meccanismo che consiste nel frullare i semi assieme all’acqua, per poi filtrare il liquido, ciò che si ottiene è il latte di canapa, che è salutare ed è adatto anche per l’alimentazione vegana a colazione.

Ma possono essere usati anche in molti altri modi diversi. Per esempio:

  • Aggiunti ai frullati di frutta. Una ricetta molto deliziosa consiste nel tagliare i frutti di bosco, e inserirli in un frullatore con del latte, una spruzzata di sciroppo d’acero e due-tre cucchiai di semi di canapa, per poi frullare il tutto.
  • I cuori di canapa possono anche essere aggiunti alle insalate miste (con lattuga, radicchio, rucola, scaglie di grana, pomodorini, ecc.), da condire ad esempio con olio d’oliva e aceto balsamico.
  • Possono essere lavorati all’interno di un robot da cucina, e quindi estratti e pressati all’interno di una tortiera su tutti i lati: in questo modo si ottiene un prodotto che può essere usato come crosta per una torta.
  • Nella preparazione di un semifreddo allo yogurt, i cuori di canapa possono essere aggiunti nel momento in cui si mettono, in contemporanea, gli strati di frutta tra gli strati di yogurt. Per completare il tutto, si può poi aggiungere un’altra manciata di semi di canapa.
  • I cuori di canapa si possono anche tostare, così da preparare un composto da utilizzare per ricoprire pesce o pollo prima di friggerli.

Semi di canapa: ecco perché sono molto nutrienti

semi di canapa sono un prodotto di origine naturale molto nutriente. Infatti contengono molte proteine, fibre, sali minerali, grassi omega 3 e omega 6, e tanta vitamina E.

Non solo: hanno anche tutti gli aminoacidi essenziali, il che li rende un alimento proteico completo, un qualcosa di raro nei cibi non di origine animale.

È sicuramente una buona idea consumare questi semi anche tutti i giorni. Ma in che quantità? Preferibilmente, non più di 3 cucchiai giornalieri, ovvero circa 30 grammi, in quanto sono anche piuttosto calorici.

Tuttavia, le sue non sono calorie vuote, cioè inutili, proprio perché presentano anche molti elementi nutritivi significativi, che fanno molto bene alla salute.

Andando più nel dettaglio, secondo una fonte governativa statunitense 30 grammi di cuori di canapa contengono: 166 calorie, 14,6 grammi di grassi, 1,5 mg di sodio, 2,6 grammi di carboidrati, 1,2 grammi di fibra, 0,5 grammi di zuccheri, 9,5 grammi di proteine. Inoltre, il carico glicemico presente in tale porzione è praticamente nullo.

In merito ai grassi, ben 11,4 grammi sono di tipo polinsaturo, cioè riguardano i già citati omega 3 e gli omega 6, che apportano diversi benefit.

Semi di canapa: benefici per la salute

A proposito dei benefici che apportano alla salute, anche in questo caso i cuori di canapa si rivelano molto interessanti.

Ad esempio, secondo alcune ricerche scientifiche, questi semi possono migliorare le condizioni del cuore, per via del fatto di contenere una buona quantità di acidi grassi omega 3 e omega 6.

Inoltre, dato che tra i sali minerali che includono al loro interno c’è anche tanto magnesio, possono aiutare a prevenire il diabete di tipo 2. Il magnesio infatti contribuisce a mantenere livelli accettabili di zuccheri nel sangue.

I semi di canapa potrebbero contribuire anche a rendere le ossa più forti, e meno soggette a fratture e alla malattia detta osteoporosi. Questo è per lo più spiegabile dal fatto che sono un’ottima fonte di magnesio.

C’è da dire anche che molti dei benefici attribuiti ai semi di canapa provengono da studi e ricerche ancora da verificare del tutto per quanto riguarda l’uomo, tuttavia dagli indizi emersi si può dire che le premesse siano ottime.

(Visited 3.310 times, 1 visits today)

Note sull'autore