A Lovaria sei appartamenti per i disabili: in campo anche i Lions Club

La donazione per l’associazione Comunità del Melograno

Proseguono a pieno ritmo i lavori per la realizzazione dei sei appartamenti destinati a persone con disabilità da parte dell’associazione Comunità del Melograno, due dei quali verranno arredati grazie al service record di oltre 60mila euro messo a disposizione da Lions Club Udine Host e da Lions Club Udine Castello.

Proprio per toccare con mano l’avanzamento dei lavori ma, soprattutto, per conoscere da vicino le attività svolte sul territorio dalla Comunità del Melograno, nei giorni scorsi una nutrita delegazione dei due Lions Club udinesi è stata ospite della struttura di Lovaria, visitando sia il centro che attualmente svolge attività diurna con 13 persone con disabilità, sia il nuovo cantiere.

“Si tratta di un service molto importante per noi – ha detto il presidente del Lions Club Udine Host Carlo Delser – che ha preso il via sotto la presidenza di Renzo Marinig e che con tutta probabilità si chiuderà nel prossimo anno lionistico. Il duplice rilievo dell’iniziativa riguarda sia il cofinanziamento da parte del Lions Club International Foundation, che ai trentamila euro che avevamo messo a disposizione ne ha aggiunti altrettanti, per la precisione 35.910 dollari, sia il rafforzamento del legame che unisce i nostri Clubs con l’associazione Melograno: in anni recenti, infatti, abbiamo sostenuto le spese per l’acquisto di un pulmino e poi quelle per gli arredi della sala polifunzionale e di una delle sale di accoglienza”.

All’evento hanno preso parte, fra gli altri, oltre al presidente Carlo Delser, il presidente dell’associazione Melograno Giorgio Dannisi, il vicesindaco del Comune di Pradamano Andrea Zorzini e il presidente dell’associazione We Serve Lions 108 Ta2 Stefano Benzi.

Fondato nel 1955, il Lions Club Udine Host opera sul territorio con l’obiettivo di raccogliere fondi tra i propri soci e non, da destinare a progetti di service di carattere umanitario, sociale, sanitario, culturale ed educativo ma si occupa anche di valorizzare le eccellenze friulane.

Condividi l'articolo